11/08/2022

La Regione Friuli Venezia Giulia ha portato a 800 mila euro per il bienno 2019-2020 lo stanziamento a sostegno del trasporto delle bramme via ferrovia dal porto di Monfalcone a Porto Nogaro e da lì agli stabilimenti che lavorano il metallo. Sono finanziamenti che si aggiungono a quelli recentemente assegnati per il trasporto via mare delle bramme.

Lo ha ricordato a Porto Nogaro l’assessore regionale competente alle infrastrutture e territorio, che ha precisato come questi interventi finanziari permettono di evitare il transito sulla viabilità regionale di circa 20mila mezzi pesanti.

 Il trasporto delle bramme unicamente su gomma non è più sostenibile – ha aggiunto l’assessore regionale – perciò sfruttando la ferrovia si ottine il duplice risultato di ridurre l’usura viaria, le emissioni di anidride carbonica, tutelando l’ambiente e la salute, e di aumentare la sicurezza sulle strade, in particolare nei centri abitati. Il servizio è fornito da Inter-rail spa, assegnataria di un contributo dell’amministrazione regionale volto all’abbattimento dei costi di utilizzo dei treni per il trasferimento dei semilavorati metallici.

Share Button

Comments are closed.