07/08/2022

I vertici dell’Ordine dei medici di Udine si sono  incontrato con l’assessore alla salute del Friuli Venezia Giulia per un confronto sulle urgenze riguardanti il sistema sanitario.

Si sono affrontare le problematiche che affliggono il settore della medicina, sia quella ospedaliera sia quella del territorio.

“Il 6 maggio – dichiara il Presidente dell’Ordine Maurizio Rocco – avevamo inviato all’assessore un documento specifico contenente 10 punti che, secondo noi, rappresentano le aree d’intervento su cui iniziare a lavorare per migliorare l’offerta sanitaria. Concordiamo sul principio espresso dall’assessore che sia meglio affrontare tematiche puntuali, identificate, piuttosto che affrontare il tema in modo generale, quasi enciclopedico”.

Nel meeting   sono state prese in esame singolarmente le criticità elencate, fra cui l’abbattimento delle liste d’attesa, un piano specifico per il reclutamento, il rispetto delle priorità nelle impegnative (purtroppo ultimamente il servizio sanitario non riesce a garantire l’erogazione della prestazione nei tempi previsti secondo le priorità stabilità dai medici).

Sulla base di questo documento, la Regione, in accordo con tutti i soggetti interessati, in primis le figure sanitarie, procederà ad un’ulteriore selezione per iniziare ad intervenire sulle criticità ritenute più urgenti.

Sul piano operativo – fa sapere il Presidente dell’Ordine dei medici – verranno istituiti a breve dei tavoli di concertazione per avviare i lavori di riordino nel campo sanitario, con esperti del settore e in collaborazione con gli organi preposti.Gli argomenti presi in considerazione nel documento stilato dall’Ordine sono, la revisione del protocollo d’intesa Ospedale-Università, la continuità assistenziale Ospedale-Territorio, la formazione degli operatori sanitari, la revisione del sistema emergenza-urgenza, il controllo delle infezioni ospedaliere e buon uso di antibiotici e farmaci, la questione dell’affollamento dei PS, il rafforzamento dell’alleanza tra sistema ospedaliero, i distretti sanitari e ambiti socioassistenziali, il governo degli accertamenti clinici ed uniformità sul territorio regionale dei criteri di priorità e di scadenza delle richieste, la piena attuazione del FSE (fascicolo sanitario elettronico) e del Patient Summary nell’ambito di un rinnovato sistema informatico regionale

Share Button

Comments are closed.