03/02/2023

Non chiamatemi ancora presidente ha voluto puntualizzare scaramanticamente Massimiliano Fedriga, candidato alla alla presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia per il centro destra, rivolgendosi ad una platea di agricoltori organizzata nel cinema-teatro Impero di Martignacco dall’imprenditore Renato Zampa, con moderatore Ferrucio Saro, alla quale ha ribadito di essersi dato l’obiettivo,durante e dopo la campagna elettorale, di rimanere sempre in ascolto del territorio, per cercare di interpretarne al meglio le esigenze. E se errori si faranno, l’ascolto servirà a rimediarli.

A Martignacco sono stati portati in evidenza a Fedriga i problemi ma anche le prospettive del settore agricolo, che può tornare ad essere protagonista dell’economia se ci sarà un dialogo costruttivo con le istituzioni orientato a semplificazione e sburocratizzazione e un maggiore atteggiamento corale e propulsivo delle associazioni degli agricoltori del mondo cooperativistico e di quello sindacale. L’agricoltura regionale è in difficoltà – è stato più volte sottolineato negli interventi dal palco – per la farraginosità delle procedure burocratiche, causata dall’autotutela di intere filiere di funzionari pubblici. Manca un ente pagatore dei finanziamenti europei, ci vorrebbero investimenti pesanti nelle infrastrutture come le irrigazioni a pioggia e andrebbe fatto un passo indietro rispetto alle mono culture di mais che hanno reso l’agricoltura incapace di produzioni alternative e di sviluppare filiere di trasformazione dei prodotti. Oggi più che di agricoltura si dovrebbe parlare di agro-alimentare e di agro industriale ai quali un assessorato regionale andrebbe dedicato.

Le prossime elezioni regionali, quella del e il Friuli Venezia Giulia in particolare, sono uno dei motivi che influenzano l’imbarazzante ritardo in cui l’Italia si destreggia nella formazione del nuovo governo? lo abbiamo chiesto a Massimiliano Fedriga, giunto a Martigancco, accompagnato da Renato Zampa, organizzatore dell’incontro…(risposte nel servizio audiovideo)

Ad accogliere Massimiliano Fedriga a Martignacco gli agricoltori, alcuni a bordo di trattori, ma quali sono le prime valutazioni di Fedriga a fronte delle istanze provenienti dal mondo agricolo(risposta nel servizio audiovideo)

l’imprenditore agricolo Renato Zampa, patron di Cospalat, puntualizza sul declino dell’agricoltura regionale e sulla mancanza di impegno nel valorizzare ciò che si produce (risposta nel servizio audiovideo)

Share Button

Comments are closed.