12/06/2024

“Commettere errori per mancanza di informazione e superficialità, soprattutto se riguardano la sfera emotiva ed eventi gravissimi, è davvero ingiustificabile, a maggior ragione se di quel territorio ne sei stata governatrice. Ma è anche intollerabile che la critica nei suoi confronti degeneri  nel linguaggio d’odio come avvenuto in questi giorni sui social”. È quanto afferma in una nota la presidente della Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna (Crpo), Dusy Marcolin, stigmatizzando l’ondata di odio on line scatenatasi a seguito di un tweet inesatto della parlamentare Debora Serracchiani sulla tragedia del Vajont.

“Il trattamento riservato a Serracchiani non può appartenere a una società che si ritenga civile – prosegue Marcolin, nell’esprime piena solidarietà a Serracchiani a a tutti coloro che diventano bersaglio di insulti e offese.

Share Button

Comments are closed.