06/12/2022

Dopo aver raccolto un appoggio trasversale da politica ed istituzioni alle proprie istanze sul mantenimento della propria autonomia, la Camera di Commercio di Pordenone e Associazioni di categoria chiamano a raccolta i cittadini e le imprese  per domani alle ore 18 nell’ex Convento di San Francesco

Se la compatta mobilitazione- scrivono le categorie – ha impedito che venissero soppresse Prefettura e Tribunale Fallimentare, è tutt’altro che conclusa la battaglia per evitare che la Camera di Commercio venga annessa a quella di Udine. Chiamano alla mobilitazione, gli organizzatori ricordano le conseguenze di una perdita dell’autonomia per un ente a cui è intestata  non solo l’erogazione di servizi primari, la cui qualità è riconosciuta ai massimi livelli in Italia, ma anche quella di finanziamenti che sostengono le imprese, vivacizzano iniziative culturali (pordenonelegge.it) e promuovono flussi di merci (Interporto Centro Ingrosso di cui la Camera è azionista di maggioranza), turistici o di business da ogni parte del mondo (tramite la partecipata Fiera di Pordenone). “Ecco perché – si sostiene nell’appello – abbiamo bisogno di ogni singola voce del nostro Territorio per dire, tutti insieme, fianco a fianco, che l’autonomia di questo Ente e di tutto ciò che rappresenta le conquiste economiche e sociali degli ultimi 50 anni non può essere calpestata».

Share Button

Comments are closed.