02/12/2022

Con una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale del Veneto ha comunicato che il Concessionario per la realizzazione della Pedemontana Veneta ha emesso mandati di pagamento per 7 milioni 393 mila 190 Euro a favore degli espropriati. Si tratta di una prima risposta all’arretrato accumulato negli ultimi mesi dal Concessionario nei confronti dei cittadini che hanno subito l’esproprio, risposta che potrà ora continuare e, nei prossimi mesi, portare a recuperare il pregresso per tornare a tempi di pagamento coerenti con gli Accordi sottoscritti con le Associazioni del mondo agricolo. Bisogna dire che da qualche tempo il Concessionario SPV S.p.a. aveva ridotto l’entità dei pagamenti agli espropriati, anche per le difficoltà sorte per la chiusura del “closing finanziario”.

La Regione ha fortemente insistito perché i pagamenti riprendessero quanto prima con la necessaria regolarità, per integrare l’importo già erogato di circa 50,6 milioni di Euro e per ridurre, e quindi poi azzerare, i ritardati pagamenti. Il criterio di priorità seguito è quello della data di definizione e stipula dell’Accordo bonario con i singoli, favorendo ovviamente gli accordi più vecchi; si è inoltre intervenuti con il pagamento in 14 specifici casi ove l’esproprio interessa edifici residenziali e la liquidazione dell’indennità è necessaria per il privato espropriato per la ricostruzione dell’immobile in altro sito. In questi casi prevale l’aspetto sociale della ricostruzione della casa oggetto di esproprio.

Share Button

Comments are closed.