13/05/2024

L’Assessore alla Sicurezza Partecipata del comune di udine Rosi Toffano ha presentato , durante la riunione del Comitato Ordine e Sicurezza alla presenza del prefetto Domenico Lione, il progetto pilota per l’utilizzo degli operatori della sicurezza sussidiaria sui mezzi di trasporto pubblico.

“In questa fase la Prefettura ha espresso parere positivo” spiega Toffano. “Ora il protocollo dovrà essere approvato formalmente in Giunta martedì prossimo ed entrerà in vigore i primi di aprile. Crediamo di aver dato una risposta celere ed efficace con l’ intento di offrire la massima vicinanza alle centinaia di utenti che prendono i mezzi ogni giorno, così da scongiurare disagi, anche per gli autisti, creati da eventuali passeggeri maleducati, irrispettosi, aggressivi. Il controllo verrà effettuato da capolinea a capolinea e quindi, per le linee interessate, anche fuori Comune”,

Lo scopo è quello di prevenire eventuali atti di delinquenza o aggressioni al personale e ai passeggeri. Per questo il Comune, insieme ad Arriva Udine e Prefettura, ha proposto di affidare un servizio di vigilanza a Mondialpol, che già svolge servizi analoghi in altre città d’Italia. Le guardie giurate effettueranno controlli sui mezzi di trasporto, alle fermate, vicino a stazioni e depositi, oltre che il presidio dei capolinea e delle stazioni di carico e scarico maggiormente a rischio, anche fuori Comune.

Il progetto durerà 5 mesi e gli operatori della sicurezza opereranno in particolare nelle ore pomeridiane per turni da 7 ore, a partire dalle ore 13 fino alle 22. Una seconda squadra invece sarà operativa nei fine settimana.

A copertura del servizio saranno utilizzati fondi regionali per circa 60.000 euro.

Share Button

Comments are closed.

Open