11/06/2024

Due personaggi scatenati, con grande esperienza, saliranno sui palchi di Cormons e Staranzano, rispettivamente la sera del 29 e  30 settembre 2023   protagonisti degli spettacoli  seduti in un caffè e vado al massimo. 

    Sui palchi di Staranzano e Cormons   questa strana coppia di personaggi accomunati dalle Rosse di Maranello e dal Rock  modenese,   ci condurrà in un viaggio tra musica e parole con gli aneddoti e i segreti che custodisce Leo Turrini e l’accompagnamento  musicale di Giordano Mazzi. Due occasioni uniche per uno spettacolo inedito venerdì 29 settembre a Cormons nel teatro comunale e  sabato 30 a Staranzano in sala Pio X. 

    Uno è Giordano Mazzi, musicalmente nacque negli anni settanta con i NUVOLARI, suonando brani di sua composizione come  gruppo di supporto di Nomadi, Area, Stadio e Vasco Rossi. Negli anni ’90 suonò le tastiere dal vivo, in studio e in tv con: Ladri Di  Biciclette, Patty Pravo, Andrea Mingardi e Paolo Belli. Dal 1994 collaborò con il Maestro Fio Zanotti, partecipando in progetti di Mia  Martini, Anna Oxa, Adriano Celentano, Francesco Baccini, Pooh, Luisa Corna, Riccardo Fogli, Claudio Baglioni. In questo millennio  lavorò in produzioni di Ivana Spagna, Laura Pausini, Amanda Miguel, Fiordaliso, Ron, Tosca, Andrea Mingardi e nell’orchestra su Rai 1  de “La zanzara d’oro” con Enzo Iacchetti e Loretta Goggi e su Italia 1 in “Strano ma vero” con Gene Gnocchi e Cristina Parodi. Nel  2004 nel programma televisivo di Rai 1 “Il cielo è sempre più blu” di Giorgio Panariello. Con il Maestro Celso Valli lavorò nelle produzioni di Adriano Celentano, Gianni Morandi e Vasco Rossi. Autore, arrangiatore e produttore di tre CD realizzati dalla Red House  Blues Band e cominciò una collaborazione con l’azienda Ferrari S.p.a.. Nel 2011 su Rai 2 per “Star academy” di Francesco Facchinetti.  Collaborò con Sergio Sgrilli, Paolo Cevoli, Giuseppe Giacobazzi, Paolo Migone, Giovanni Cacioppo e altri artisti dello Zelig Circus, con  una sua band, accompagnandoli dal vivo. Lavorò al Cd celebrativo dei 30 anni di carriera degli Stadio dal titolo “I nostri anni”. Ancora  col Maestro Celso Valli, lavorò nelle produzioni di Vasco Rossi, Il Volo, Noemi, Eros Ramazzotti e il disco di Mina-Celentano.  

  Leo Turrini nacque all’ombra della Ferrari e nonostante la laurea in giurisprudenza, si butta nel giornalismo sportivo per i quotidiani  come il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno. “Nume”, il suo soprannome, è considerato uno dei maggiori esperti italiani di  Formula 1. Da sempre vicino all’ambiente e alle personalità di spicco della Ferrari, è ideatore ed autore di Profondo Rosso, rinomato  blog in cui tratta le tematiche principali del mondo delle quattro ruote e del Cavallino Rampante e in cui ama dilettarsi nel racconto di  amarcord, aneddoti o ricordi. Opinionista presso Sky Sport, ospite fisso di Race Anatomy, programma condotto dal giornalista Fabio  Tavelli, in onda alla fine di ogni Gran Premio di Formula 1. Oltre al motorsport, la sua attività e i suoi interessi si concentrano anche  su altri sport, quali il calcio (tifoso dell’Inter e del Modena), il ciclismo e la pallavolo (tra i fondatori del mensile SuperVolley). Turrini è  anche un grande appassionato di musica, cinema e costume. Spesso è stato ospite di trasmissioni sportive sulle reti nazionali (ha  condotto, tra gli altri, il programma Gialli di notte, incentrato sul Modena) ed è frequentemente ospitato presso la trasmissione  radiofonica Tutti Convocati su Radio 24 – Il Sole 24 Ore.

 La gratuità di ingresso aglil spettacoli si deve ai contributi di  Percorso Sicurezza, Associazione CorMovida, Basket de Raza, la BCC Venezia Giulia, Carpe Diem Baskin, Friuli Anticendi, Eleva, Labor et Lex, Ambient7, Mevi, Poligrafiche San Marco e della Regione con Io Sono Friuli Venezia Giulia e i Comuni di Staranzano e Cormons.

Share Button

Comments are closed.

Open