10/06/2024

Particolarmente soddisfatti dell’iniziativa il direttore del Museo di Miramare Andreina Contessa (“davvero grata alla Fondazione CR Trieste e al suo Presidente Massimo Paniccia per aver agito con lungimiranza e prontezza, e per averci permesso di acquisire un prezioso gioiello che rappresenta un momento tanto significativo della storia pubblica della coppia arciducale che fondò il Castello di Miramare e scelse Trieste come dimora prediletta e amata.

Con la sua presenza discreta e fattiva la Fondazione CRTrieste ha seguito con attenzione e accompagnato in questi anni la conduzione del sito che dirigo, intervenendo concretamente nel restauro della Torretta e, recentemente, nel restauro di alcuni dei grandi ritratti della quadreria della Sala del Trono. Un grazie particolare al Segretario Generale della Fondazione Paolo Santangelo che si è attivato in maniera fulminea ed efficacissima assicurandosi un pezzo rarissimo e di grande valore che sarà destinato alla pubblica fruizione dei visitatori del Castello e arricchirà la collezione della città”) e il direttore Generale Musei del Ministero della Cultura, Massimo Osanna, che plaude al raggiungimento della nuova acquisizione, ribadendo “quanto sia importante la fruttuosa collaborazione tra il pubblico e il privato per il recupero e la fruizione dei beni culturali che, anche nel caso di questa inedito e insperato acquisto, contribuiscono ad accrescere la fama e la ricchezza di musei come il Castello di Miramare e, al contempo, a consegnare ai posteri un patrimonio storico, che va messo a disposizione di tutti”. 

Share Button

Comments are closed.