14/05/2024

Dopo alcuni decenni Marino Firmani è tornato dove giocava a pallacanestro all’inizio della sua storia. Il Palasport Manlio Benedetti di via Marangoni a Udine è stata la location di una sua presentazione del libro “Imparare a Imparare”. 

Un luogo dove le emozioni hanno inevitabilmente preso il sopravvento con i ricordi di gioventù rinverditi da tanti ex compagni di gioco, di scuola e di avventure lavorative in giro per il mondo. Un modo diverso di vivere l’introduzione del suo libro a una platea attenta e stupita nell’incontrare Marino Firmani nelle vesti di scrittore. Tra coloro che avevano già acquistato una copia e attendevano l’occasione per fargli apporre una dedica e chi ha approfittato dell’occasione per prenderlo direttamente dalle sue mani. 

A presentare l’evento il giornalista Francesco Tonizzo con l’autore della prefazione del libro il professor Flavio Pressacco che ha tessuto per l’ennesima volta le lodi del testo che, a suo dire, è pensato per persone di tutte le età, ma sarebbe assolutamente importante lo leggessero i giovani creando opportune occasioni di presentazione negli istituti scolastici.

Grande soddisfazione da parte dell’autore Marino Firmani che finora ha già presentato il Imparare a Imparare a Lignano Pineta, Forni di Sopra, Collina di Forni Avoltri, Confindustria Udine, Rivignano Teor, presso il Golf Club al Rotary Lignano, Tele Pordenone, Tele Quattro Trieste, Società Ginnastica Triestina, Istituto Tecnologico Montani Fermo, Libreria Friuli a Udine e domenica mattina era al PalaBenedetti di Udine. Sono già in programma altri eventi, il prossimo all’Accademia del Gusto Città Fiera (11 dicembre prossimo) e presso la Libreria Tarantola di Udine nel mese di gennaio. 

E’ un racconto autobiografico, scritto con il desiderio di portare una testimonianza ricca di azioni, scelte, passioni, fede e promesse, che mettono in rilievo il valore della motivazione alla conoscenza applicata in contesti nuovi e diversi, con una apertura al cambiamento, in un tempo  in cui per i giovani è faticoso e spesso svilente inserirsi nel mondo del lavoro e progettare un futuro. 

L’aspirazione dell’autore è quella di poter offrire, attraverso il racconto delle proprie esperienze professionali, alcuni stimoli utili ai ragazzi, e degli spunti di riflessione per la generazione adulta che dovrebbe investire su di loro.

E’ un incontro tra generazioni con l’obiettivo di trasmettere il desiderio del senso dell’avvenire.

Il titolo del libro “Imparare a imparare” si ispira a una delle 8 competenze chiave, per un apprendimento permanente, raccomandate dal Parlamento e dal Consiglio Europeo in un Testo Unico, già nel 2006.

Imparare a imparare è una competenza essenziale, ed è fondamentale che i giovani la acquisiscano; in particolare è la capacità di organizzare la propria conoscenza e il tempo da dedicare. 

Racconto scandito in decenni, contestualizzati nei momenti storici più importanti, trova i suoi fondamentali in alcune parole chiave, che sono sentimenti di vita come la leggerezza (una virtù mai vissuta con superficialità ma con senso positivo), la consapevolezza (l’incontro con la consapevolezza ossia con la conoscenza dei propri mezzi e con l’autostima), il coraggio (figlio di una competenza acquisita con la curiosità che ha cercato la conoscenza e si è completata con l’esperienza). Questi tre sentimenti incontrano la formazione (respinta prima e cavalcata poi), le relazioni (il saper relazionarsi cogliere gli aspetti positivi delle relazioni, raccogliere idee) e l’innovazione (figlia di relazioni e contaminazioni che sono poi state applicate in modo trasversale abbracciando settori e comunità diverse). 

Nel libro Marino Firmani, descrive l’incontro con la consapevolezza riconoscendo l’esempio ricevuto da tre grandi maestri imprenditori. Rino Snaidero, che ha saputo regalare la passione per il lavoro, la Famiglia Potocco (Valerio e Tonino) un esempio di bellezza intesa nel rispetto delle risorse e Dario Ciamarra, incontrato già in epoca matura, che gli ha regalato l’attenzione ai particolari. Maestri con carisma, passione, competenza, lungimiranza, visione del futuro, apertura al nuovo, fiducia nei giovani da formare.

Una storia semplice, che porta con sé il valore della testimonianza per le nuove generazioni che sapranno scrivere il proprio futuro. Oltre che nelle principali librerie, il libro è disponibile anche su internet all’indirizzo della casa editrice https://www.avianieditori.com/prodotto/imparare-a-imparare, altre che in occasione degli eventi di presentazione con l’autore.

Share Button

Comments are closed.