27/11/2022

Al centro dell’incontro, il tema della sicurezza e salute sul lavoro

Conto alla rovescia per l’attesissimo incontro – promosso a Udine dallo Ial Fvg – con il magistrato Raffaele Guariniello. Il noto procuratore – famoso per le sue eclatanti inchieste (quella “lampo” sul rogo alla ThyssenKrupp e quella sull’eternit, per citarne alcune) – sara’, ad un anno di distanza, nuovamente nel capoluogo friulano per un seminario incentrato proprio sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Venerdì 31 gennaio, dalle 9 alle 18, nella sede Ial di via del Vascello 1, il magistrato – assieme alla professoressa Roberta Nunin dell’Universita’ di Trieste – interverra’ in particolare sul tema della responsabilita’ penale e amministrativa delle imprese, ovvero dei modelli gestionali che possono essere adottati dalle aziende per garantire la sicurezza e salute al loro interno, ottenere un controllo “integrato”, contemperando le esigenze di risk management, di organizzazione ed efficienza. Tema “caldissimo” e di stretta attualita’ se si pensa che proprio i giorni scorsi Guariniello è intervenuto a livello nazionale per proporre la “creazione di una procura nazionale sulla sicurezza del lavoro, cioè una nuova organizzazione giudiziaria che abbia una competenza su tutto il territorio nazionale e che sia altamente specializzata”. “Oggi – ha rivelato il magistrato ad una nota agenzia d’informazione – abbiamo 120 procure della Repubblica, gran parte delle quali sono piccole procure che non possono certo specializzarsi, da cui questo fenomeno che stiamo verificando, cioè l’idea un po’ devastante che ci sono le regole, ma che si possono aggirare impunemente senza incorrere in effettive responsabilita’ e, dall’altra parte, un altrettanto grave senso di giustizia negata tra le vittime”.
La giornata di formazione è dedicata in particolare ai datori di lavoro, Aspp, Rspp, dirigenti, professionisti, consulenti del lavoro ed avvocati.  Info e iscrizioni: www.ialweb.it oppure sandro.cargnelutti@ial.fvg.it; 0432.626111.

Share Button

Comments are closed.