23/02/2024

“Un omaggio al Sommo Poeta nella data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno raccontato dalla Divina Commedia, ma, allo stesso tempo, un segnale di speranza e di ripartenza per il settore della cultura che continua ad essere uno tra i più colpiti dalle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19”.
Così l’assessore Regionale alla Cultura Tiziana Gibelli commenta l’iniziativa “Dantedì” in Friuli Venezia Giulia che verrà promozionata e pubblicizzata sulla stampa e sui canali social della Regione e di Promoturismo e realizzata con il patrocinio del MIC (Ministero della Cultura).
Gli eventi, previsti perlopiù on line ed in streaming, sono stati in gran parte proposti dai soggetti culturali attraverso i bandi annuali cultura della Regione Friuli Venezia Giulia.
Le iniziative in programma sono: “Al suon de la sua voce, viaggio sonoro nella Divina Commedia” organizzato dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine; “Vien dietro a me…” un viaggio nella Divina Commedia attraverso i luoghi di Trieste de Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia; “Tutte quelle vive luci. Dante, l’esperienza feroce e il sentimento acuto del nostro destino” realizzato dal Centro Cultura Pordenone e dalla Fondazione Villa De Claricini Dornpacher; “D’ante litteram. Lettura dei canti 3, 5 e 26 dell’Inferno” organizzato da CSS Teatro stabile di Innovazione del FVG – Prospettiva T in collaborazione con la Biblioteca Civica Vincenzo Joppi, Udine, la
Fondazione Pierluigi Cappello, Fondazione Friuli e Teatro nei luoghi; “#ioleggoDante – Forchette vs biscotti” del CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia; “Reading Atelier Dante” realizzato dalla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe;
“Il mio amico Dante. Una lezione speciale con Geronimo Stilton!” organizzato da Pordenonelegge; Seminario on line “I conterranei di Dante nella terra di Gemona” realizzato dal Comune di Gemona, Parrocchia di Gemona, Ufficio IAT – Pro Loco e Civica Biblioteca Gemonese; “Fake Dante. Gli Steal Novo in prova al Teatro Miela. Intervista alla band del Teatro Miela Trieste, Teatro la Contrada Trieste, Artisti Associati Gorizia, C.S.S. Udine.
A Villa De Claricini Dornpacher sono in programma anche tre mostre che si apriranno il 25 marzo: “Dante in Cartolina” esposizione di 250 cartoline storiche ispirate a Dante; “Dante in Miniatura” mostra di miniature contemporanee di Massimo Saccon; “Dante in Sculture” 21 artisti contemporanei espongono opere inedite nei giardini della Villa.
“Per dare agli utenti interessanti una panoramica a 360° – rileva ancora l’assessore – nel programma abbiamo voluto inserire anche le iniziative del Ministero della Cultura (https://www.beniculturali.it/evento/danted%C3%AC) per il Dantedì in programma in Friuli Venezia Giulia”. Si tratta di: Epigrafe incisa su base onoraria in calcare (IV sec d.C) che ricorda Virgilio, la guida che accompagna Dante nel suo viaggio al Museo Archeologico Nazionale di Aquileia; Esposizione nella Biblioteca del Castello di un busto di Dante realizzato in marmo di Carrara dallo scultore lipsiano Immanuel August Hermman Knaur nel 1859 su commissione di Massimiliano d’Asburgo al Castello di Miramare di Trieste; Viaggio sulle orme del cammino dantesco nell’Inferno, Purgatorio e Paradiso con le illustrazioni del pittore Sandro
Botticelli alla Biblioteca statale Stelio Crise di Trieste; Evento online di approfondimento sull’eredità di Dante nella storia della cultura italiana e friulana organizzato dall’Archivio di Stato di Pordenone.

Share Button

Comments are closed.