14/05/2024

In Slovenia la Commissione costituzionale dell’Assemblea nazionale ha avviato l’iter  per la modifica della Costituzione al fine di inserirvi il diritto all’acqua potabile. La decisione è stata presa all’unanimità: è stata così condivisa la consapevolezza che l’acqua sia un bene naturale che va protetto e che deve essere accessibile a tutti. L’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) precisa che, se la modifica alla Costituzione dovesse essere approvata, la Slovenia sarà uno dei primi Paesi a vedere specificato tale diritto nella prima legge dello Stato.

Share Button

Comments are closed.