25/09/2022

Non si tratta di rivendicazioni politiche sulla proprietà o sulla gestione come in passato alcuni hanno sollevato, bensì di un’altalena vera e propria, una struttura imponente e con i requisiti previsti, necessari per far dondolare perfino chi è in carrozzina. 

A Codroipo da oltre 40 anni, alla fine di via Friuli, angolo via Circonvallazione Sud, c’è la sede del Csre (Centro Socio-Riabilitativo Educativo), la struttura diurna occupazionale per persone adulte con disabilità, gestita da sempre dall’azienda sanitaria locale. 

Ci sono diversi ragazzi e adulti che studiano, praticano attività fisiche e si divertono sul prato antistante, ma un’altalena dedicata a loro non c’era e nemmeno delle panchine stabili dove sedersi all’aperto. Così il Comune di Codroipo, tramite una delibera e considerato che il gruppo di giovani frequentanti i “C.S.R.E.” è costituito da soggetti con età superiore ai 14 anni, con menomazioni psichiche a cui possono associarsi, separatamente o congiuntamente, disfunzioni fisiche, sensoriali e turbe del comportamento e pertanto risultato opportuno fornire delle attrezzature ludiche specifiche, affrontando una spesa superiore ai dieci mila euro, comprese le due panchine e un cestino per i rifiuti. 

Il Centro Socio Riabilitativo Educativo di via Friuli (CSRE) è al servizio di tutto il territorio del Codroipese, con i suoi undici Comuni compresi nell’ambito del Medio Friuli. Una realtà che oggi ospita persone adulte con diverse disabilità, un modello che ha offerto alla comunità un risultato importante, fatto non solo di assistenza ma anche di condivisione e di partecipazione, come ha sottolineato il Sindaco Marchetti. 

In verità gli ospiti del CSRE non hanno atteso l’inaugurazione per utilizzare l’altalena, ma con la gioia dei presenti si sono fatti trovare già a spingersi e divertirsi. Per la benedizione, oltre al parroco don Ivan, c’era quasi la giunta comunale al completo: il Sindaco della città di Codroipo Fabio Marchetti, il vice Antonio Zoratti e gli assessori Fabiola Frizza, Graziano Ganzit e l’assessore ai lavori pubblici Giancarlo Bianchini.  

I dirigenti e gli assistenti del Centro hanno organizzato un rinfresco al termine dell’inaugurazione per brindare insieme agli ospiti e alle autorità presenti. 

Share Button

Comments are closed.