30/11/2022

di Marco Mascioli
Come ormai da tradizione e nonostante il Covid, le celebrazioni in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, nel Comune di Codroipo si svolgono in ogni frazione, laddove vi sia un monumento che ricorda i caduti della Grande Guerra e non solo.


Tante località che solitamente vedevano una partecipazione massiva dei cittadini, che quest’anno a causa della pandemia, non hanno potuto partecipare. Comunque le cerimonie si sono svolte lo stesso, magari solo con il Sindaco Fabio Marchetti o qualche assessore comunale, insieme alle associazioni combattentistiche e d’Arma, sono state depositate le corone d’alloro e issate le bandiere ovunque.


Iniziando con uno dei luoghi più significativi per le battaglie, cioè il fiume Tagliamento, ai margini del quale lo scorso anno è stato apposta un’asta e un monumento dove termina la strada del vecchio ponte, per finire a Beano, frazione di Codroipo posta a nord dell’aeroporto militare del 2° Stormo e delle Frecce Tricolori.
Anche se questo 2020 è stato nefasto per molti, compresi gli abitanti di Beano, che dopo tanti sforzi per ripristinare il fortino che potrebbe divenire un museo, attrattiva turistica di rilievo, venerdì 6 si è svolta la cerimonia del IV novembre, davanti all’asilo – monumento dedicato ai caduti, con contestuale consegna dell’encomio conferito da parte del Comune di Codroipo al Gruppo Alpini Beano – Sezione di Udine per l’impegno profuso in occasione dell’emergenza Covid-19.

Share Button

Comments are closed.