15/06/2024

Ventidue società partecipanti, arrivate da Veneto e Friuli, 280 atleti iscritti. Sono i numeri della 28esima edizione del Trofeo Città di Porcia, gara di karate Libertas ospitata nel palazzetto delle scuole medie della cittadina purliliese.

“Per la nostra associazione – commenta Mara Introvigne, presidente della Libertas Porcia – è stato un momento importante: dopo due anni di stop agli sport di contatto, a causa della pandemia, la sezione karate ha dovuto ricominciare da capo, con tante nuove cinture chiare e con un ritmo per l’agonismo tutto da ricostruire. Ma ci abbiamo creduto: il tecnico Antonio Sannia e l’assistente Simona Micignat non hanno rinunciato a spendersi per migliorare la qualità del gruppo e i risultati si sono visti”.

La gara si è svolta su quattro tatami e ha visto i karateka padroni di casa schierarsi in tutte le categorie, fino agli Juniores. Per i più piccoli le prove da affrontare sono state tre: kata, percorso (consiste in una serie preordinata di abilità motorie basiche, da completare nel più breve tempo possibile) e prova tecnica del palloncino (una simulazione di un combattimento, con tecniche di braccia e gambe indirizzate su due palloncini posti in un asta verticale). Per i più grandi non sono mancate le prove di kumitè, che hanno avuto più iscritti di ogni altra edizione.

“Nella categoria Under 14 – sostiene il tecnico Sannia – Bryan La Sala si è dimostrato essere, ancora una volta, un atleta molto competitivo. Ha conquistato un terzo posto di tutto rispetto. Anche grazie a Christian Benedet e ad Alessandro Moretto, abbiamo meritato il terzo posto in una categoria difficilissima come quella degli Juniores”.

Per la stessa categoria, ma al femminile, il podio è stato tutto a marchio Libertas Porcia con Renèe Rizzo medaglia di bronzo, Emma Pompei argento e l’imbattibile Iris Comin che è salito sul gradino più alto.

“E’ stato importante ritrovare la famiglia Libertas al completo – il pensiero di Introvigne – con il presidente provinciale della Libertas, Ivo Neri, che ha sostenuto e voluto fortemente la ripresa di questo Trofeo”. Presenti inoltre Paolo Marostegan, referente regionale Libertas per il karate, Antonello Bernard, consigliere provinciale Libertas, e tante associazioni che a Porcia hanno dato il meglio di loro”.
Tornando ai risultati, ottime le prestazioni della Traditional Wado Karate-do Fenix. I sei alfieri del sodalizio di San Vito al Tagliamento hanno totalizzato tre medaglie d’argento e due d’oro. Sugli scudi Eva Knez e Clara Diomede nel kumitè, mentre sul secondo scranno del podio sono saliti Letizia Baù (kata), Leone Rubino e Gabriele Vianello (kumitè).

Ottima inoltre la prestazione di Linda Melis che, pur non essendo riuscita a raggiungere il podio, si è distinta per aver gareggiato in una categoria alle quale appartenevano avversari con molta più esperienza dei lei.

Grande soddisfazione è stata quindi espressa dal direttore tecnico, il maestro Bruno Riva, e dal maestro Andrea Lazzara che ha seguito nella preparazione e durante la gara ragazzi e ragazze alla loro prima esperienza agonistica.

Share Button

Comments are closed.