02/02/2023

La Setemane de culture furlane è una iniziativa che fortifica le radici di questa terra composta da un immenso patrimonio materiale e immateriale.

È questo il concetto espresso dall’assessore regionale alla Cultura intervenendo alla presentazione della 9.a edizione de la Setemane de culture furlane in programma dal 5 al 15 maggio. Il calendario della manifestazione prevede 192 eventi in totale spalmati sulle tre Province del Friuli storico, di cui 125 sul territorio 67 online. Alcuni appuntamenti sono collegati a personaggi per i quali nel 2022 si celebrano delle particolari ricorrenze quali ad esempio Pier Paolo Pasolini, Ermes di Colloredo, Ariedo Puppo ed Elio Bartolini le persone prive di radici sono sostanzialmente infelici come insegnano la storia e i fatti legati a quanti sono stati strappati con la forza dalle proprie terre.

Per l’esponente dell’esecutivo   il friulano può contare non solo sul valore della memoria di un patrimonio immenso di cultura immateriale e materiale che va preservato e che tutt’ora viene trasferito alle nuove generazioni, ma può contare anche nella fruizione quotidiana di questo bene attraverso la lingua.

Il compito principale della Filologica friulana – è stato infine ricordato – è quello di essere custode di questo patrimonio, che va preservato e rilanciato  proprio attraverso iniziative specifiche quali ad esempio la “Setemane”.

Share Button

Comments are closed.