27/11/2022

Uno strumento innovativo e accattivante anche sotto l’aspetto del marketing, in grado di compendiare, per la prima volta, tutte le scuole superiori della provincia di Udine nell’Agenda per decidere la scuola adatta a te. Realizzata dal Centro Servizi Scolastici della Provincia di Udine in 5 mila copie, verra’ distribuita a tutti gli alunni delle terze medie delle scuole della provincia. “L’obiettivo – ha spiegato l’assessore provinciale all’Istruzione Elena Lizzi – è fornire agli studenti delle terze medie, in procinto di scegliere il proprio futuro scolastico, una panoramica dettagliata sugli istituti ognuno dei quali descritto attraverso l’esperienza di ex studenti, divenuti personalità di successo in diversi ambiti sia a livello europeo che internazionale, o mediante la presentazione di progetto prestigiosi realizzati dalla scuola”. Ad aprire i lavori nel salone del consiglio di palazzo Belgrado il presidente Pietro Fontanini che ha dichiarato: “Abbiamo in provincia le migliori scuole d’Europa. Dobbiamo esserne fieri. Se la qualità raggiunta è merito sicuramente dei dirigenti e degli insegnanti, una parte del merito va attribuito anche al nostro Ente che ha la responsabilità di dare strutture all’altezza del livello della formazione”. Il numero uno di Palazzo Belgrado ha inoltre richiamato la frase in marilenghe che campeggia sulla guida : Ce fasaraio te vite? (che farò da grande), a ribadire “l’importanza della nostra identità e delle nostre origini”. Dal canto suo l’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Molinaro, ha elogiato l’iniziativa che completa l’offerta regionale: “E’ un’integrazione molto interessante  – ha esordito – perché vede un protagonismo delle istituzioni scolastiche portato a sistema” ed ha inoltre aggiunto l’importanza del bilinguismo, italiano-friulano, come valore aggiunto di questa nostra terra.
  Nell’Agenda gli alunni troveranno le testimonianze di personaggi eccellenti come Antonio Zanardi Landi (ambasciatore d’Italia a Mosca dal dicembre 2010) che racconta la sua esperienza allo Stellini, quella del poeta Pierluigi Cappello che parla delle motivazioni che lo hanno portato a scegliere il Malignani, e ancora Carlo Rubbia (premio Nobel per la Fisica nel 1984) che descrive il Marinelli come quel “luogo essenziale per lo sviluppo dei miei interessi scientifici”, Attilio Maseri (cardiologo di fama internazionale) che passa in rassegna gli insegnanti del Paolo Diacono di Cividale e Gabriella Paruzzi che si sofferma sul suo impegnativo percorso parallelo nello studio (al Magrini di Tarvisio) e nello sport.
31 le schede degli istituti presentati, descrizione preceduta da un approfondimento sulle attività promosse dalla Provincia per i ragazzi e nello specifico i corsi intensivi di matematica per favorire l’accesso ai corsi di laurea scientifici; le borse di studio per gli studenti che hanno superato l’esame di maturità con una votazione di 100/100 e lode; la Carta Io-Studio con  importanti agevolazioni per gli studenti anche nell’accesso al patrimonio culturale e ai luoghi di incontro; i contributi per le visite ai musei che fanno parte della rete museale provinciale e i contributi per i progetti presentati dalle scuole sul rispetto delle Pari opportunità, oltre alla presentazione delle attività del Centro servizi scolastici di Palazzo Belgrado. Hanno portato il loro racconto, in veste di testimonial, il rettore dell’Università di Udine, Cristiana Compagno (testimonial dei licei Paschini-Marchi di Tolmezzo), Claudia Contin (Sello) la prima donna che ha interpretato, sin dal 1987, il ruolo maschile di  Arlecchino, il pilota Silvano Della Pietra (testimonial dell’Istituto tecnico aeronautico Nobile di Fagagna), il giornalista Guido Mattioni (Bertoni – Udine), la campionessa di ciclismo Maila Andreotti (Volta).

Share Button

Comments are closed.