30/11/2022

Nato in Svizzera da emigrati italiani, ora riposa insieme alla mamma nel cimitero di Fagagna, dopo che un tumore se l’è portato via prematuramente all’eta di 47 anni ma non prima che potesse conquistare una fama artistica mondiale. A Roberto Concina, in arte Robert Miles, verrà dedicato un convegno il 2 settembre, alle 18.30 nella sala Vittoria di Fagagna, voluto dal comitato spontaneo in uno onore e ricordo, lo stesso che è riuscito a convincere l’amministrazione comunale a dedicare uno spazio pubblico a questo geniale musicista, che fece i suoi primi passi come tecnico e Dj radiofonico con lo psudonimo di Roberto Milani. Una grande carriera lo aspettava, con il culmine raggiunto nel 1996, greazie al singolo Children, divenuto uno dei maggiori successi dream house con oltre 5 milioni di copie vendute. Premiato con un Brit Award e un World Music Award, Robert Miles ha collaborò anche con musicisti come Bill Laswell, Robert Fripp, Trilok Gurtu, Nitin Sawhney, Jon Thorne e Dave Okumu.

Al convegno parteciperanno autorità, amici anche da lontano e il padre. Tra gli altri a ricordare i primi passi di Robert Miles, l’editore friulano Cesare Di Fant, con il quale Roberto Concina collaborò come tecnico radiofonico, prima che il suo talento lo portasse a stabilirsi tra Londra, Los Angeles, Berlino e Ibiza, località quest’ultima dala quale purtroppo ci ha salutato il 9 maggio 2017.

Il due settembre a fagagna Ci sarà anche Maria Nayler, ospitata dalla Pro Loco, nell’ambito dei festeggiamenti settembrini. La cantante inglese, viene ricordata proprio come voce del successo mondiale di Robert Miles, intitolato “One and One”, che ha toccato i primi posti in classifica, in tutto il pianeta. Al convegno molti amici e protagonisti dei successi di Robert Miles interverranno anche in videoconferenza o con contributi registrati, in collaborazione con The Groove Factory. Il comitato spontaneo (capitanato da Alessandro Ditta), formato da DJ, giornalisti, pubblicitari, semplici amici, ha progettato un percorso di valorizzazione dell’illustre concittadino. L’amministrazione comunale, spinta anche da una raccolta firme in rete, ha avviato l’iter, per dedicare una piazza a Robert Miles, nei pressi di Palazzo Pico, sede di associazioni e di istituzioni musicali locali. Il 3 novembre ci sarà l’intitolazione ufficiale della piazza e l’inaugurazione di una mostra, con memorabilia e momenti chiave della carriera di Robert Miles. Il DJ, musicista e produttore fagagnese, dopo il successo mondiale dell’album “Dreamland”, si è dedicato, tra Londra e Ibiza, anche alla produzione di artisti e alle colonne sonore, con un periodo passato a Los Angeles. Il convegno e la mostra, infatti, vorrebbero rendere giustizia alla figura del Concina e far conoscere la sua ricca storia, fatta di grandi soddisfazioni. Un modo per far ricordare la sua storia coraggiosa, sia ai fagagnesi, che ai friulani che, forse, ignorano dei passaggi importanti della sua vita. Come ricorderà anche suo padre, Albino Concina, figura chiave dei primi successi.

La serata, sarà arricchita dall’esibizione di alcuni giovani DJ, coordinati da Michele Parisi, presso l’area festeggiamenti. Sentiremo: Parigabo, Matteo Zoratti, Filippo Fabro, Matteo Danielis e Master G.

Un omaggio doveroso, da parte di una comunità dinamica, all’interno dei festeggiamenti che richiamano migliaia di persone dal Friuli e da fuori, che, comunque, sarà soltanto l’inizio di una serie di iniziative, tese a ricordare la figura di Robert Miles, che si svilupperanno nei prossimi mesi.

Share Button

Comments are closed.