01/10/2022

di Gianfranco Biondi

(ascolta le risposte del prof Marco Confalonieri nel podcast audio)

Abbiamo raggiunto al telefono il prof Marco Confalonieri, che dirige la struttura complessa di  pneumologia  dell’ospedale Cattinara di Trieste, una delle strutture italiane dove si sta  sperimentando il vaccino Reithera, vacciano tutto italiano della omonima casa farmaceutica.  La  sperimentazione su volontari è iniziata l’8 aprile e il 29-30 il 30 aprile è stata  inoculata la seconda dose. Prof confalonieri, come sta procedendo la sperimentazion?

  Dai dati raccolti dall’AIFA sulle vaccinazioni somministrate  dal 27 dicembre 2020 al 26 marzo 2021, nove milioni di dosi,  risulta che è il vaccino pfizer a superare di gran lunga  astrazenaca per numero di segnalazioni avverse. l’81% di queste segnalazioni provenivano da Pfizer, il 17% da AstraZeneca e infine solo il 2% da Moderna. Ovviamente questi valori sono rapportati con il numero di dosi rese disponibili dalle diverse case farmaceutiche. Rispetto al totale delle   46.237 segnalazioni,  nell l’87% dei casi, si sono registrate reazioni avverse  sia lo stesso giorno della vaccinazione o al  massimo il giorno successivo,  e si parla di  febbre, cefalea, dolori muscolari o articolari, dolore in  sede di iniezione, brividi e nausea. I vaccinati con Reithera hanno presentanto una sintomi simili?

e come durata dei sintomi?

prof confalonieri,oOra parliamo di quelle persone considerate guarite dal covid,  al netto delle  varianti, perchè anche qui rimangono punti interrogativi, visto il caso dell’83 enne  immuniodepresso vaccinato con due dosi di  pfizer   che si è riammalato con la variante  brasiliana del covid…lei dirige un settore topico per quel che riguarda le complicanze da covid, la  penumologia. Sappiamo delle tragiche condizioni in cui si muore o si rimane per settimane o mesi   per mancanza di ossigenzo, e del ruolo che l’ossigeno stesso ha nella terapia di mantenimento in  vita dei pazienti. In India stiamo assistendo  alle tragiche conseguenze dovute alla mancanza di  ossigeno negli ospedali. Polmoni e bronchi, quindi, sono la parte piu messa a repentaglio…chi ha  la fortuna di uscire dalle fasi acute della malattia guardisce completamente o ci sono conseguenze   e quali?

Share Button

Comments are closed.