25/06/2024






Oltre 4 mila presepi artigianali sono il prezioso patrimonio culturale che ogni anno viene posto in evidenza dal Comitato  del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, con il sostegno della Fondazione Friuli, della Regione autonoma e Civibank.  Tante natività raggiungibili dal pubblico, che sono esposte, dal 7 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020 nelle dodici aree geografiche della mappa del Giro Presepi a Villa Manin, nelle sedi del Consiglio e della Giunta regionali, nella sede della Fondazione Friuli e nella galleria Tina Modotti a Udine e nel Municipio di Codroipo. La maggior parte dei presepi viene realizzata in regione ma saranno in esposizione anche 7 presepi provenienti da altre parti d’Italia, uno dall’Austria e uno dalla Tanzania.  La più piccola presepista ha 5 anni e il più anziano 81. Lo scorso anno la mostra di villa Manin ha attirato 30 mila visitatori mentre si contano circa 130 presenze di visitatori in regione, che possono essere ricondotti anche a questa iniziativa.

Un grande viaggio alle radici della cultura cristina, portatore di un forte messaggio di pace e fratellanza, .reso possibile da sponsor e impegno dei volontari. Nell’esedra della dimora dogale a Passariano di Codroipo, si potranno ammirare un centinaio di  opere artigianali, realizzate in svariati materiali. Durante l’intero periodo di apertura della mostra si potrà votare elettronicamente il presepe preferito.In undici anni il Comitato Proloco ha portato in mostra a villa Manin  oltre 1100 opere di 400 artisti.  

La mostra sarà aperta dal martedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 14 alle 18.30. Sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle ore 18.30 con orario continauto. Rimarrà chiusa il 25 dicembre mentre il 24 e 31 dicembre e il 1° gennaio sarà aperta con orario ridotto. Si effettuano visite guidate in italiano e tedesco per gruppi previa prenotazione telefonica ( 0432 900908)

Giro Presepi coinvolge, invece, tutto il territorio. I presepi coinvolgono 181 località. Da questa edizione i presepi sono classificati secondo otto tipologie diverse: Rassegne Presepi, Presepi nelle Chiese, Presepi all’aperto, Presepi statici, Presepi in movimento, Presepi subacquei, Rappresentazioni viventi e Presepi in museo. Oltre venti tra siti ed iniziative sono da quest’anno contraddistinti dal nuovo simbolo rosso “Visita adatta ai gruppi”, che li indentifica quali siti aderenti al progetto di turismo presepiale ” La magia del Natale in Friuli Venezia Giulia”, coordinato da PromoTurismoFVG e volto alla promozione internazionale di pacchetti turistici rivolti a gruppi e comitive. Iniziativa che ha trovato riscontro positivo anche per quanto riguarda le presenze di visitatori dall’estero.

Aspetto importante è il coinvolgimento delle scuole, con i presepi allestiti in oltre cinquanta istituti scolastici.  Queste opere degli studenti verranno valutate dalla giuria del “Concorso Presepi nelle Scuole Primarie e dell’Infanzia del Frili Venezia Giulia”. Ci sarà anche un premio della giuria popolare Per la cui votazione viene utilizzato il sito del settimanale “Il Friuli”, organizzatore del premio.

La sfida si estende anche in ambito fotografico con il contest organizzato dal Comitato Regionale delle Proloco insieme al Messaggero Veneto. Due le sezioni in gara quest’anno: una per i presepi pubblici e l’altra per quelli privati in ambiti domestici.

 Si ripeterà anche il prossimo anno, a partire da febbraio, il corso gratuito di arte presepiale mentre per una visione d’insieme dei presepi in mostra quest’anno, sono disponibili le dettagliate guide in cartaceo e su internet predisposte dal comitato regionale delle ProLoco. Nella conferenza stampa di presentazione delle iniziative, tenutasi nella sede della fondazione Friuli a Udine, facevano bella mostra di sé  le opere presepiali realizzate da Graziella Ranieri, Renato Gentilini e Claudio De Lucchi.

Share Button

Comments are closed.