14/06/2024

Il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale ha deliberato l’acquisizione, da parte della stessa Autorità, dell’Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone.

La decisione, che aveva già scontato il parere positivo del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, è conseguente all’inclusione del porto isontino nell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale. Tale processo di inclusione sarà completato nelle prossime settimane con la firma di un’intesa istituzionale fra gli enti interessati,

A seguito dell’operazione, i beni e le aree saranno acquisiti dal Demanio statale gestito dall’Authority. Questa operazione consentirà di unificare il regime giuridico di gestione delle aree attraverso l’istituto della concessione demaniale. In tale modo saranno favoriti gli investimenti privati con un beneficio diretto sullo sviluppo dei traffici portuali.

L’esecutività della delibera è subordinata al parere positivo della Corte dei Conti, che aveva peraltro sollecitato in passato il superamento dell’attuale situazione di gestione amministrativa.

Per il porto di Monfalcone si tratta di una svolta epocale che consentirà, una generale sinergia con Trieste, di utilizzare tutte le potenzialità e le energie che da tempo hanno fatto di Monfalcone un porto di primaria importanza a livello nazionale per particolari tipologie di merce quali la cellulosa, le auto in polizza e i prodotti siderurgici.

Il presidente dell’Autorità di Sistema, Zeno D’Agostino ha ringraziato il management ed i dipendenti dell’Azienda Speciale, la Regione, la Camera di Commercio, il Comune di Monfalcone e la Capitaneria di Porto per il lavoro svolto fin qui e per la grande collaborazione istituzionale.

Share Button

Comments are closed.