19/02/2024

Di Marco Mascioli  

Primo fine settimana di esposizione per la campionaria del 2020 con l’evento inaugurale e la presentazione del report di sostenibilità di Pordenone Fiere. Iniziata alla grande con il primo weekend LAfiera!, con Lunapark, lo shopping, le degustazioni e gli incontri con l’autore nella Fiera di Pordenone che, a differenza di tanti altri eventi, essendo quasi completamente al coperto, non ha subito le bizze del clima. 

LAfiera! come ha detto il presidente di Confindustria Alto Adriatico e vicepresidente della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Pordenone e Udine, Michelangelo Agrusti, è l’esposizione della nostra regione. 

Con 5 padiglioni, 170 espositori da tutta Italia, 6 aree tematiche, casa, bimbi, auto, enogastronomia, shopping, libri, doveva durare due fine settimana,venerdì23, sabato 24, domenica 25 e poi 30, 31 ottobre e 1 novembre, invece sono stati fortunati coloro che sono andati nei primi tre giorni.

Uno sforzo importante messo in campo da Pordenone Fiere, affiancata in questa iniziativa dall’amministrazione comunale, la Camera di Commercio di Pordenone e Udine, l’azienda speciale ConCentro, Fondazione Pordenonelegge, la Confartigianato e le categorie economiche, per giungere all’apertura dei cancelli in un momento di forte incertezza sul fronte sanitario. La manifestazione, grazie al Covid, ha fatto un passo avanti dal punto di vista tecnologico. Ora i visitatori potevano contare sulle garanzie di sicurezza di un quartiere fieristico che ospita manifestazioni nazionali e internazionali, nel rispetto del protocollo sottoscritto e validato dal comitato tecnico-scientifico. A differenza dal passato, le biglietterie praticamente non esistono, dato che i biglietti sono disponibili anche tramite il sito internet ed è fortemente consigliabile. Gratis l’ingresso e anche i parcheggi per LAfiera, ma senza dimenticare di stampare il biglietto e di conservarlo sino alla fine della visita, perché serviva anche all’uscita (in questo modo avevano sempre la situazione aggiornata del numero di visitatori presenti, norme anti-covid).

Venerdì 23 ottobre, in occasione dell’inaugurazione ufficiale, si è tenuta anche la presentazione del report di sostenibilità 2019 di Pordenone Fiere a cura di Renato Pujatti presidente di Pordenone Fiere, ha dipinto l’attività della fiera e il suo impatto sul territorio dal punto di vista economico, sociale e ambientale. Questi i numeri in sintesi: 30 manifestazioni espositive annue che hanno coinvolto 3.000 espositori e 250.000 visitatori dimostrando una elevata marginalità con 1,8 milioni di valore aggiunto globale. La ricchezza prodotta è stata destinata per il 70% al personale interno, il resto agli investimenti. Le ricadute sul territorio derivanti dalle attività di Pordenone fiere si concretizzano in un forte impatto economico per le attività turistiche, ricettive e commerciali coinvolte soprattutto durante le manifestazioni B2B (Aquafram, Italian Baja, Coiltech e Sicam su tutte). Un altro numero che aiuta a fotografare la leva economica che innesta Pordenone Fiere è dato dal totale ordini di fornitura che nel 2019 è stato di 1,6 milioni di euro suddivisi su 2700 fornitori. Con 29 dipendenti efficienti, Pordenone Fiere è una struttura medio piccola, ma che può vantare un alto il tasso d’internazionalità come dimostrano le sette manifestazioni certificate come internazionali (di cui cinque gestite direttamente) Sicam, Coiltech, Happy Business to You, Samumetal, Samuplast, Aquafarm e R.I.V.E.. 

Pordenone Fiere rinnova costantemente l’impegno sociale e in particolare nel 2020 ha ospitato l’HUB per i tamponi e i vaccini durante il periodo della pandemia. Inoltre il Sindaco Alessandro Ciriani ha fatto allestire i seggi elettorali per il referendum 2020 tutti nei padiglioni della Fiera, in modo da non interrompere il già precario anno scolastico che era appena partito e, nei grandi padiglioni fieristici, in quest’anno straordinario, si sono svolte le anche le riunioni dei condomìni più imponenti della città, nonché gli esami d’immissione all’università. 

LAfiera era l’evento più importante di Pordenone Fiere, essendo l’esposizione generalista che abbraccia tutte le passioni, con tanti eventi in programma, giochi e soprattutto nell’area “Libri da Vicino”, gli eventi curati da PordenoneLegge. Per il prossimo fine settimana, erano previsti tanti appuntamenti con ospiti eccellenti e anteprime nazionali come il nuovo libro di Toni Capuozzo.

La casa, il benessere, l’arredamento, l’enogastronomia, oltre ai divertimenti per i più piccoli, sono i settori coinvolti da LAfiera, manifestazione che proponeva a tutta la famiglia un weekend piacevole e divertente soprattutto grazie alle giostre del luna-park, mentre il padiglione 9 “food&music” sarebbe rimasto aperto fino alle 24 con birre, piatti speciali e tanta musica per i più grandi. 

Saltata inoltre anche l’esposizione prevista nei padiglioni 3 e 4 dedicata agli sposi: Riso&Confetti. Ma tutto lascia presumere che per quest’anno, anche le future manifestazioni fieristiche e non solo, salteranno con la speranza di ritrovarci tutti in fiera nel 2021. 

Share Button

Comments are closed.