17/04/2024

“Non è un caso che il figuri tra le meglio posizionate nel cavalcare l’atteso boom legato all’economia circolare: il Friuli Venezia Giulia, infatti, è stata tra le prime ad affrontare questi argomenti con la legge regionale 34 del 2017, addirittura in anticipo sulle direttive dell’Unione europea. Abbiamo poi istituito – per primi in Italia – l’assessorato e la direzione allo Sviluppo sostenibile ritenendoli strategici per la crescita del nostro territorio”. L’assessore alla Difesa dell’ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro, commenta così il ‘Circular Economy Report’, redatto dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, che ha segnalato le sette regioni italiane – tra cui appunto il Friuli Venezia Giulia – in grado di presentare una normativa avanzata sul fronte dell’economia circolare.

“Proprio perché si tratta di una materia trasversale, la Regione ha istituito un gruppo di lavoro interdirezionale sull’economia circolare – spiega Scoccimarro – per accompagnare in modo concreto le aziende nella transizione verso nuovi modelli”.

“L’economia circolare è uno dei mezzi principali per raggiungere gli obiettivi del Green Deal previsto dall’Unione europea – aggiunge l’assessore -. Un modo nuovo di progettare l’economia, dando un forte impulso all’innovazione e di conseguenza anche alla crescita economica e all’aumento della competitività.

Puntando, infatti, sulla collaborazione integrata privato-pubblico, viene promossa anche la responsabilità sociale di impresa”.

“Il percorso virtuoso intrapreso dal Friuli Venezia Giulia serve proprio ad accompagnare le nostre imprese nella transizione verso l’economia circolare  al fine – conclude Scoccimarro – di valorizzare le risorse locali, creare nuova occupazione ed evitare la produzione di rifiuti”.

Share Button

Comments are closed.