28/02/2024

Pavia,  maggio 2023. Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele e Intesa Sanpaolo hanno siglato un accordo per favorire l’accesso al credito delle aziende consorziate, attraverso il pegno rotativo sui prosciutti prodotti. Intesa Sanpaolo ha stanziato un plafond di 40 milioni di euro per supportare le prime operazioni di finanziamento.

Intesa Sanpaolo mette a disposizione del Consorzio e delle imprese consorziate una struttura dedicata di supporto  e consulenza, costituita dai professionisti della Direzione Agribusiness sul territorio in grado di accompagnarle  verso l’innovazione, la transizione tecnologica e ambientale. L’accordo rientra tra le iniziative che la Banca ha  messo in atto in coerenza e a supporto degli investimenti legati al PNRR. 

Particolare attenzione è stata riservata ai finanziamenti garantiti da pegno rotativo sui prosciutti, garanzia che  rende possibile smobilizzare il valore economico di tali prodotti e soddisfare le esigenze finanziarie delle imprese  associate al Consorzio che raccoglie 31 produttori presenti nel comune di San Daniele del Friuli e che nel 2022 ha  prodotto oltre 2.670.000 prosciutti.

La modalità operativa scelta da Intesa Sanpaolo è la prima che prevede un’attiva e diretta collaborazione con il  Consorzio, che attraverso la propria professionalità verificherà la consistenza quanti-qualitativa delle partite di  prosciutto che verranno date in pegno dalle aziende consorziate, a garanzia delle linee di credito messe a  disposizione dalla Banca. 

“La stipula della convenzione con Intesa Sanpaolo segue le indicazioni della nuova normativa in materia di pegni  rotativi aggiornata nel 2020 grazie alla quale gli istituti di credito supportano da oltre trent’anni il comparto del  San Daniele Dop con il pegno per i prodotti a denominazione di origine tutelata – dichiara Mario Emilio Cichetti,  Direttore Generale del Consorzio. – Lo strumento permetterà di estenderne ulteriormente l’applicazione per  finanziare le aziende consorziate nelle proprie attività imprenditoriali.”

“Essere a fianco del Consorzio del Prosciutto di San Daniele, realtà riconosciuta nel mondo per gusto, genuinità e  qualità della propria produzione, è per noi motivo di orgoglio. Questa importante realtà rappresenta valori in linea  con l’impegno a promuovere le eccellenze agroalimentari italiane che la nostra Banca è sempre più impegnata a  portare avanti con azioni concrete. Abbiamo stanziato un plafond di 40 milioni di euro per agevolare l’accesso al  credito per tutte le aziende produttrici del Prosciutto di San Daniele DOP, anche le realtà di piccolissime  dimensioni. – dichiara Massimiliano Cattozzi, responsabile Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo. – Con oltre 46  milioni di euro erogati, il pegno rotativo si sta dimostrando la soluzione adatta alle esigenze di liquidità del settore  agroalimentare, ne sono un esempio i principali marchi del nostro Paese che hanno già aderito ai nostri accordi  sulla gestione delle scorte di magazzino per diversi ambiti, dal vino al lattiero-caseario e ora anche del prosciutto  in una logica di sostegno alla crescita delle imprese. E’ anche sempre più importante accompagnare le imprese  nella transizione ecologica e digitale in linea con gli obiettivi del PNRR e in tale ambito abbiamo già accompagnato  oltre 2.000 realtà dell’agroalimentare ad aggiudicarsi molteplici bandi”.

Share Button

Comments are closed.