07/08/2022

ASCOLTA IL SERVIZIO:

Nel nuovo Calendario Storico 2019 dell’Arma dei Carabinieri fa bella mostra di sé la pianta a forma di stella a nove punte di Palmanova. Questa edizione è stata dedicata ai 40 anni dell’inserimento del primo sito italiano nel Patrimonio mondiale dell’Umanità e, parallelamente, ai 50 anni dalla nascita dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

“Nel mese di dicembre troviamo l’illustrazione di una veduta dall’alto della Fortezza, una visione che rende onore alla bellezza della nostra città. Per Palmanova esserci è un grandissimo onore.”, dichiara il Sindaco della città stellata.

Il Calendario è diventato, per il Paese, un oggetto di culto, come dimostra una tiratura che da anni sfiora il milione e mezzo di copie. Un prodotto editoriale, realizzato in italiano, ma anche in inglese, russo e francese, apprezzato, ambito e presente nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro.

L’ultimo mese dell’anno è stato riservato alla musica. Sulla pagina di dicembre è rappresentato il volto di una donna Carabiniere della Banda musicale dell’Arma. A questa immagine sono associati alcuni siti Unesco: la Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale, le Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa, Ivrea, città industriale del XX secolo e Le opere di difesa veneziane tra il XVI e XVII secolo: Stato da Terra-Stato da Mar Occidentale (dove è presente Palmanova).

Le tavole del Calendario, ideate e realizzate sotto la direzione artistica di Silvia di Paolo, presentano una carrellata dei siti italiani tutelati dall’Unesco. Sono stati inseriti tutti con immagini tali da fornire una visione complessiva della varietà di scenari presenti nella nostra penisola.

Share Button

Comments are closed.