13/05/2024

Di Marco Mascioli


Rispetto al periodo pre-Covid (2019) nell’ultimo anno le presenze turistiche nel territorio di Latisana sono cresciute del 46,3%, superando circa quota 60 mila. Questo è il segnale di un comune che ha riscoperto la propria vocazione turistica, registrando un incremento costante.

Confrontando il 2023 con il 2022 c’è stato un aumento delle presenze di quasi il 10% e, in questo senso, il nuovo ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica e il distretto del commercio, contribuiranno a dar sostegno a questa ritrovata vocazione.

Gli interni dell’Ufficio Iat nella ex stazione ippica


Questo quanto sottolineato dall’assessore regionale alle attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini all’inaugurazione della nuova sede dell’ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT) di Latisana, alla presenza del sindaco Lanfranco Sette e del ministro per i Rapporti con il Parlamento Luca Ciriani.
La struttura, coordinata da PromoTurismoFVG, sarà gestita dalla Pro loco.

Situata negli stessi spazi, all’interno della ex stazione ippica, dedicati alla pianificazione del distretto del commercio che ha ricevuto un supporto finanziario regionale di 600.000 euro.

L’assessore ha evidenziato le potenzialità dell’area vasta e la volontà della Regione di continuare a investire su un distretto che si colloca in un territorio dove risiedono oltre 13 mila persone e operano circa 500 imprese, ha citato il nuovo testo di legge sulla nautica al cui interno troveranno spazio non solo le definizioni del settore, ma anche le azioni concrete per il suo sviluppo.


L’intenzione è quella di ampliare il sostegno garantito alle marine, sviluppando un settore sempre più trainante per l’economia della regione e per Latisana dove ha già registrato un lusinghiero +20%”, ha spiegato Bini.

Share Button

Comments are closed.