30/11/2022

Il movimento Trieste Libera da molto tempo lotta per il rilancio del porto franco nord di Trieste, per impedire che venga sdemanializzato e fatto oggetto di speculazioni a dispetto di Trattati internazionali ancora vigenti. A questo scopo il Movimento ha presentato a Trieste le ennesime iniziative previste per l’8 febbraio.
Le ragioni del movimento fanno riferimento al Trattato di Pace del 1947 e al Memorandum di Intesa di Londra del 1954. Trattati in vigore e mai contestati dallo Stato italiano dai quali discende un’amministrazione provvisoria di Trieste da parte del governo italiano ma soprattutto – sottolinea il movimento- uno status internazionale che non consente la sovranità italiana su Trieste e sul porto franco.
Se sulle carte è tutto chiaro, come mai ancora oggi non si è posto mano al problema, alimentando così il movimento Triste Libera che, per far valere le sue ragioni, si è organizzato recentemente anche nella vicina Austria?
Ci risponde..Roberto Giurastante, presidente del Movimento Trieste Libera.

Share Button

Comments are closed.