11/06/2024

Il Festival di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi celebra  la sua 25a edizione confermando il suo carattere internazionale e transfrontaliero, con un cartellone di qualità  che  promuove  la musica colta e il suo legame intrinseco con luoghi dal grande fascino. Saranno ben 34 i concerti che da luglio a dicembre interesseranno 28 comuni, in alcune fra le più belle località del Friuli Venezia Giulia, dell’ Austria e della Slovenia, e impegneranno oltre 160 artisti, unendo affermati musicisti internazionali ai giovani più promettenti provenienti dai Conservatori, Accademie e Scuole di perfezionamento di tutta Europa.

 Tre gli obiettivi del Festival: presentare un calendario vario ed originale, sviluppare l’approccio transfrontaliero con artisti italiani e sloveni  , grazie alla collaborazione con il Kulturni dom di Nova Gorica,  puntare il più possibile all’eco sostenibilità con concerti in ambienti naturali a impatto zero, senza amplificazione e con un basso consumo di energia.

Novità di questa edizione arriva anche dalla composizione della direzione artistica. Confermatissima la violinista Valentina Danelon,   a cui si affianca quest’anno la pianista di fama internazionale Gloria Campaner. 

L’artista si è presa una pausa dalla  sua intensa attività concertistica per dedicarsi alla cura, insieme alla Danelon, di questo festival, in particoalre alla conduzione di un master di tre giorni per la gestione emotiva del palco, riservato ai giovani artisti scelti tra i 150 provenienti da 10 Paesi,  che hanno partecipato alle selezioni on line per potersi esibire nel corso di questa edizione del festival.

Gloria Campaner, come anche Valentina Danelon, non solo alla direzione artistica ma anche nella veste di musiciste che  si esibiranno il  23 agosto al Villaverde Hotel & Resort di Fagagna, in  una serata per festeggiare il 25° anniversario del festival.

Alessandra Commisso ,  presidente di Progetto Musica, associazione organizzatrice del festival, nel ringraziare il suo staff per l’abnegazione,  ha parlato di evoluzione della proposta musicale, delle molteplici collaborazioni territoriali che rendono accessibili luoghi suggestivi alla musica e al pubblico e che completano l’esperienza con visite guidate, laboratori di degustazione delle eccellenze enogastronomiche In una visione che accentua l’approccio transfrontaliero e le sinergie con il Kulturni Dom di Nova Gorica  con sette concerti di artisti italiani e sloveni.

Giovani talenti e artisti di fama in contesti che rendono protagonista anche il territorio, Una formula vincente  e convincente per gli sponsor, ha sottolineato il responsabile marketing di Credifriuli, Paolo Mirtella.

Concetti ribaditi anche dal vice presidente della giunta regionale ed assessore alla cultura e sport Mario Anzil, nel ricordsare  che già   suo titolo questo festival Nei suoni dei luoghi esplicita chiaramenteela sua missione di qualità e conciliazione tra ambiente e musica di alto livello.

 Il via ufficiale sarà il 5 luglio alle 21.00 in Corte Morpurgo a Udine con il progetto internazionale “Opera(zione)tango”, con il fisarmonicista e bandoneonista Mario Stefano Pietrodarchi, il soprano kazako Nadezhda Nesterova, il Quintetto dell’orchestra dei Virtuosi di Kiev e i ballerini Andrea Vighi e Chiara Benati.

Fra gli eventi di particolare importanza ci sono certamente quelli di avvicinamento a Go! 2025 Nova Gorica e Gorizia Capitale Europea della Cultura. Ad aprire il ciclo il 18 luglio a Palazzo De Grazia a Gorizia sarà l’ensemble sloveno Ljubljana Saxophone Quartet, assieme al soprano italiano Sara Della Mora. Il secondo appuntamento sarà venerdì 11 agosto all’azienda agricola Lis Neris di San Lorenzo Isontino, con il TRN Trio, formato dagli sloveni  Rebeka Dobravec (pianoforte), Neža Nahtigal (violino), Tara Korica (violoncello) e gli italiani Hanna Schmidt (violino), Riccardo Penzo (viola) e Alessandro Del Gobbo (pianoforte). Seguirà una degustazione enogastronomica accompagnata dai vini dell’azienda ospitante.

 Terzo appuntamento “Verso GO! 2025” sarà il 22 agosto nel Giardino dell’incontro dei Musei provinciali di Borgo Castello a Gorizia, con l’ensemble formato da Sofia Battini (flauto), Matteo Rühr (flauto), Christian Soranzio (sax), Cristiano Brusini (tromba) e Alvin Ćućić, (pianoforte). 

Il quarto appuntamento, inserito nell’ambito del progetto di “Musica e cammino”, si terrà in Slovenia con “I Suoni della Pace – Zvoki Miru – The Sounds of Peace”. Sabato 2 settembre alle 20.00, al Monumento della Pace di Cerje di Miren-Kostanjevica, protagonisti saranno Riccardo Penzo (violino) Hanna Schmidt (violino) e la slovena Ema Krečič (violoncello). Dalle 10.30 del mattino si svolgerà anche la camminata lungo il sentiero Walk of Peace con accompagnamento di guida storica. 

Sabato 3 settembre un nuovo appuntamento, questa volta sulla Dolina del XV Bersaglieri sul Monte Sei Busi a Ronchi dei Legionari. Alle 18.00 andrà in scena il concerto per il tramonto con la straordinaria cantautrice Amara, che ha più volte partecipato al Festival di Sanremo sia come cantante sia come autrice di brani, quali “Che sia benedetta” interpretato da Fiorella Mannoia, accompagnata da Valerio Calisse (tastiere), Alessio Artoni (flauto bansuri / flauto traverso) e U.T. Gandhi (percussioni). Anche in questa giornata dal mattino è prevista la camminata con guida storica.

 Quinto appuntamento del ciclo sarà il 9 settembre al Convento Francescano di Kostanjevica, Nova Gorica. In questo contesto affascinante, con inizio alle 20.00, sarà protagonista l’ensemble formato da Christian Iacuzzi (clarinetto), Hanna Schmidt (violino), Ema Krečič (violoncello), Alvin Ćućić (pianoforte), Rebeka Dobravec (pianoforte). Prima del concerto ci sarà anche la visita guidata al convento. 

L’ultimo appuntamento lungo il confine italo-sloveno del ciclo verso Go! 2025 sarà in Slovenia, al Castello di Kromberk di Nova Gorica nuovamente con il TRN Trio, assieme a Hanna Schmidt e Riccardo Penzo. Precederà il concerto la visita guidata al castello. 

Il 7 ottobre il Festival sconfinerà in Austria, nella splendida località di Kitzbühel con un concerto eseguito dall’ensemble transfrontaliero italo-sloveno composto da Riccardo Penzo (violino), Hanna Schmidt (violino) e Ema Krečič (violoncello) con l’obiettivo di promuovere Nova Gorica e Gorizia Capitale Europea della Cultura 2025 anche al di fuori dell’area transfrontaliera italo-slovena. 

Ma sono tantissimi gli eventi degni di nota del calendario del festival, come il progetto “Albachiara” del  Quartetto Quartini (7 luglio al Bosco Romagno), il Domenico Imperato Trio (13 luglio a Villa De Brandis a San Giovanni al Natisone), Grande ritorno al festival per Enrico Bronzi e il suo Cello Ensemble che lo vede assieme agli Studenti delle Masterclass internazionali del Festival di Portogruaro il 20 agosto a Villa Bresciani Attems Auersperg di Cervignano del Friuli. 

Musiche a sorpresa per un evento tutto da scoprire il 23 agosto al Villaverde Hotel & Resort di Fagagna, una serata per festeggiare il 25° anniversario del festival che vedrà l’esibizione esclusiva delle direttrici artistiche Campaner e Danelon. 

Altro luogo dal grande fascino, il Castello di Tricesimo, ospiterà il 31 agosto la violinista austriaca Maria Sotriffer, il violoncellista polacco Tymoteusz Baczkowski, con la partecipazione straordinaria di Gloria Campaner al pianoforte. Di nuovo Palazzo Morpurgo per l’eccezionale evento del 5 settembre con “La Bellezza che supera ogni immaginazione”, quintetto di archi e pianoforte formato dal lettone Ilya Grubert, (violino) e dagli italiani Valentina Danelon (violino), Silvia Mazzon (viola), Silvia Chiesa (violoncello), Marcello Mazzoni (pianoforte). 

Da segnalare il giorno 1° dicembre il concerto al buio “Gospel Vibrations in the dark” all’ Istituto Regionale Rittmeyer per i ciechi di Trieste con il pianista Mauro Costantini e gli Harmony Gospel Singers. In collaborazione con l’ERT è poi l’atteso appuntamento del 15 dicembre con “Vissi d’arte. Vissi per Maria. Omaggio a Maria Callas nel centenario della nascita”, di scena al Teatro Odeon di Latisana. 

Si rinnova anche la collaborazione con Zenit srl per offrire al pubblico due eventi di grande popolarità, i concerti di Mario Biondi il 2 agosto al Castello di Udine e di Goran Bregovic e la Wedding and Funeral Band, l’8 agosto al Festival di Majano, biglietti in vendita sul circuito Ticketone. Il calendario completo del festival è consultabile sul sito www.neisuonideiluoghi.it . 

“ Ammiro molto questo festival perché da sempre ha la missione di promuovere giovani talenti, portandoli a brillare al fianco di grandi artisti e professionisti della musica e delle arti dello spettacolo, facendo inoltre scoprire luoghi meravigliosi del Friuli e delle vicine Austria e Slovenia, sia dal punto di vista culturale che paesaggistico”.  Gloria Campaner, direttrice artistica.

“Quest’anno il Festival festeggia 25 anni, e l’augurio è quello che possa continuare a ospitare e sostenere tanti giovani talenti emergenti, diventando per loro un punto di incontro e di dialogo. La forza della musica sta proprio nella capacità di unire, e quest’anno in particolare porteremo sul palco tanta condivisione e tanti progetti speciali nei nostri luoghi del cuore.”  Valentina Danelon, direttrice artistica.

Nei Suoni dei Luoghi è organizzato da Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla cultura e allo sport e Assessorato alle Attività Produttive e Turismo, e con il sostegno di Fondazione Friuli e Credifriuli.

Share Button

Comments are closed.