17/06/2024

“Promuovere la conoscenza di Gorizia in Italia e all’estero e il patrimonio culturale della città e favorire l’insediamento di investimenti  all’interno del territorio comunale e comunque sostanziarsi in un beneficio reale per la comunità locale”. E’ ciò che viene richiesto agli ambasciatori nel mondo delle eccellenze goriziane, titolo istituito dalla giunta Ziberna nell’ultima seduta.

Si tratta di un’iniziativa voluta dal sindaco con l’obiettivo di valorizzare il territorio cittadino e le sue eccellenze. “Come riportato nella  delibera- spiega il primo cittadino-gli oltre mille anni di storia che Gorizia può vantare rappresentano un’evidente testimonianza del  suo essere una città speciale: in quanto realtà di confine, essa ha sempre svolto uno strategico ruolo di crocevia di popoli, di lingue e  di culture diverse, di traffici e di commerci; ideale luogo di incontri e comunicazioni e facile via d’accesso per i visitatori. Gorizia  città  ha elaborato una percezione ed una sensibilità particolari, del tutto originali, che, nel corso del tempo, ne hanno plasmato la  fisionomia rendendola una città unica. Unicità che oggi, insieme a Nova Gorica, l’ha portata oggi a fregiarsi del titolo di Capitale  europea della cultura per il 2025.

 Ma come si diventerà ambasciatori nel mondo delle eccellenze goriziane? Le indicazioni sono chiare si potranno candidare cittadini  che “si siano distinti per il loro contributo allo sviluppo e all’immagine del territorio goriziano oppure che, per l’attività svolta, possano  contribuire allo sviluppo e all’immagine del territorio goriziano, in quanto appartenenti agli ambienti più rappresentativi del lavoro,  dell’impresa, della cultura, dello sport, del sociale, dell’economia, dell’informazione e così via, e il cui impegno, a livello nazionale e  internazionale, possa fungere da volano per la diffusione della conoscenza di Gorizia e della sue eccellenze”.

Il titolo di “Ambasciatore”, la cui attività sarà completamente gratuita,  sarà conferito con atto del sindaco previa motivata  deliberazione della giunta comunale e il riconoscimento, che sarà formalizzato  con la  consegna all’interessato di un apposito  attestato. La designazione  durerà tre anni (eventualmente prorogabili), con possibilità di essere revocata qualora la persona insignita  non sia più ritenuta meritevole di essa.

Share Button

Comments are closed.