20/04/2024

Piero Villotta, figura iconica dell’informazione in Friuli Venezia Giulia, ci ha lasciato all’età di 72 anni. E’ morto nella sua abitazione di Udine a causa di problemi cardiaci che lo affliggevano da tempo. Collezionista ed indossatore di papillon, che mai mancava di esibire, Piero Villotta, di cui ho avuto il piacere dell’amicicia personale da tantissimi anni, è stato un arguto difensore ed interprete come lo può essere un bravo e serio giornalista, della cultura e dell’attualità di queta regione, durante i lunghi anni che lo hanno visto attivo in Rai 3 FVG, alla conduzione della trasmissione storivca Vita nei Campi. Arguto ed ironico di spirito e nelle battute , elegante nella prosa, Piero Villotta era stato segretario nazionale dei bancari della Cisl, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del FVG,vicepresidente dell’Ente Friuli nel mondo e ha retto il Ducato dei Vini. Umanità e disponibilità nel saper ascoltare le persone, hanno sempre contraddistinto la sua personalità. I funerali di Piero Villotta saranno celebrati giovedì alle 10,30 nella chiesa di viale Cadore a Udine
Molti esponenti del mondo istituzionale hanno espresso il loro cordoglio alla notizia della scomparsa di Villotta, non facendo mancare un loro commento e la vicinanza alla famigllia.
“Ha garantito equilibrio e dialogo, ben comprendendo le specificità di un territorio così variegato geograficamente, culturalmente e socialmente”, ha detto il presidente del Consiglio Fvg, Piero Mauro Zanin mentre per il sindaco di Udine, Piero Fontanini , ” un cronista sempre attento e puntuale che ha saputo entrare nell’immaginario collettivo della nostra comunità grazie a una combinazione unica di talento e sensibilità e a uno stile d’uomo d’altri tempi, reso inconfondibile dall’immancabile papillon. Ha sempre dato un contributo originale e appassionato di idee e di visione, soprattutto durante la sua vicepresidenza dell’Ente Friuli nel Mondo .
A tutti quelli che lo hanno conosciuto mancherà la possibilità di scambiare, anche al volo, magari incrociandosi per strada, qualche parola e qualche commento mai scontato sui tempi che corrono. Mandi Piero, ci mancherai”
Il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin definisce Villotta “Giornalista esemplare, sempre impegnato in azioni condotte con profondo senso civico e grande professionalità, è stato un punto di riferimento per i friulani e per il giornalismo del Friuli Venezia Giulia”.
Per il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sergio Bolzonello “Con Pietro Villotta se ne va un pezzo di storia del giornalismo del Friuli Venezia Giulia. È stato un professionista capace di raccontare con serietà la nostra regione, dimostrando in svariati frangenti l’attaccamento e l’amore verso la sua terra”.
Il segretario regionale Pd Fvg, Cristiano Shaurli, ricorda Piero Villotta come una persona “che ho avuto modo di conoscere e apprezzare, a volte condividendone le idee altre volte meno ma sempre riconoscendo in lui un profondo amore per la nostra terra. Amore che ha praticato nel raccontarla, nel difenderla, nel richiamarne storia e autonomia, e anche promuovendone i suoi straordinari prodotti”.
Dalla redazione di Euroregionenews un “Mandi Piero” e le più sentite condoglianze alla famiglia.

Share Button

Comments are closed.