10/06/2024

In questo momento di profonda crisi, anche economica, lo Stato austriaco vuole evitare – ove possibile – che i datori di lavoro siano costretti a licenziare i propri dipendenti, specie quelli nella cui formazione molto e’ stato investito. E’ per questo che da qualche giorno e’ stato istituito il cosiddetto “Kurzarbeit” ossia il “lavoro corto”. La notizia è rilanciata dall’avvocato Enrica Maggi e del Mag.Stefan Kathollnig, nella newsletter dello studio Maggi-Brandl_Kathollnig di Klagenfurt.Tutti gli imprenditori ed i professionisti con sede in Austria possono beneficiare di questo sistema, che permette di rudurre fino al 10% le ore lavorative dei dipendenti. In particolare, il datore di lavoro – dopo avere presentato apposita richiesta ed avere stipulato un accordo ad hoc con il dipendente- paghera’ quest’ultimo solo per le ore lavorative effettivamente prestate. Il dipendente, dal canto suo, ricevera’ mensilmente uno stipendio pari all’80/90% di quello precedentemente concordato e lo Stato austriaco paghera’ la differenza.

Share Button

Comments are closed.