08/07/2024

Nella galleria del Kulturni dom di Gorizia è aperta sino al 2 agosto 2024, la mostra commemorativa

del pittore Tone Kralj (1900 – 1975) dal titolo “Kruha in iger / Panem et circenses – La pittura di Tone Kralj 1941-1945”.

Tone Kralj (1900-1975) è stato uno dei più importanti pittori modernisti della storia dell’arte slovena. Rimane nella memoria collettiva non solo per aver spostato i confini stilistici e per aver esplorato nuove forme di espressione, ma anche per la sua opera versatile e la sua specifica risposta ai cambiamenti sociali attraverso l’arte. Le opere di Kralj rivelano una personalità sensibile, perspicace e audace che ha usato il suo pennello, la sua penna o lo scalpello per rappresentare la realtà del suo ambiente e per confrontarsi con essa in modo critico.

Fu proprio nelle opere create durante la Seconda Guerra Mondiale che la critica dell’artista divenne ancora più forte.

In questo periodo, creò opere come “Circo Nazista”, “Rapallo”, “Primorski Kurent”, nonché i dipinti nella chiesa parrocchiale di San Vito a Šentviška Gora, che sono considerati simboli di sfida contro il fascismo e la

denazionalizzazione. Più la lingua, la cultura e il pensiero sloveno venivano proibiti, più le opere di Kralj contenevano chiare condanne della violenza. Già all’epoca della loro creazione, queste opere furono una fonte di incoraggiamento per gli sloveni e un simbolo di resistenza nella pittura. Oggi, sono considerate un potente documento del tempo, un esempio del percorso creativo audace e indipendente dell’artista, e anche un esempio del potere e dell’influenza che l’arte può avere nella società.

La mostra, promossa dal Kulturni dom di Gorizia, dal Museo di Storia Moderna e Contemporanea della Slovenia, dalla cooperativa culturale Maja di Gorizia (nell’ambito del progetto “Čedermaci”), la fondazione Dorče Sardoč di Gorizia, con il sostegno del Ministero per la cultura della Repubblica di Slovenia, il Ministero per gli sloveni nel mondo, della società per azioni KB di Gorizia e della Regione Friuli Venezia Giulia, è aperta con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00 e nelle ore serali durante le varie manifestazioni culturali.

Feseggia il superamento delle 5.000 visite la mostra di Tullio Crali: una vita per il futurismo, allestita presso il Museo di Santa Chiara a Gorizia e rimarrà aperta al pubblico dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi, fino al 29 Settembre.

Si tratta di un numero notevole di visite con le giornate di effettiva apertura sono state appena 27 in meno di due mesi. Inoltre, ogni domenica e nei giorni festivi, dalle 16:30, i visitatori avranno l’opportunità di partecipare a visite guidate tenute dal curatore della mostra, Marino de Grassi.

Share Button

Comments are closed.

Open