30/11/2022

2250 atleti si sono sfidati questo fine settimana a Caorle, grazie alla Venice Cup Karate, che si è tenuta da venerdì 4 a domenica 6 novembre presso il Palazzetto dello Sport ed il Palaexpomar. Giunta alla sua 25ma edizione, la manifestazione è diventata ormai un punto di riferimento, sia nazionale che internazionale, per gli appassionati di Karate: vi hanno partecipato ben 330 club provenienti da tutti e 5 i continenti in rappresentanza di ben 32 nazioni! I numeri parlano chiaro e rendono la Venice Cup la manifestazione di Karate più grande in Europa e nel mondo.

Novità assoluta di quest’edizione è stata l’introduzione della categoria Kata per atleti con disabilità.

Sabato sera si è tenuto un importante momento di spettacolo: le finali delle principali categorie si sono alternate ad esibizioni ad hoc pensate per richiamare l’attenzione sul fatto che il karate è diventato disciplina olimpica.

“Da qui al 2020 si apre una bella sfida, per arrivare a Tokyo preparati – ha affermato il presidente della Venice Cup 2016 Vladi Vardiero – Per noi è un grande orgoglio: si tratta del coronamento di un percorso iniziato 25 anni fa, un progetto nato proprio con lo scopo di contribuire a rendere il Karate disciplina olimpica, oltre a fare in modo che il Veneto possa ospitare grandi manifestazioni mondiali”.

Venice Cup KarateHa voluto essere presente alla manifestazione anche il Presidente spagnolo della Federazione Karate Mondiale WKF Antonio Espinos che è rimasto colpito dall’eccezionale contributo che la manifestazione ha dato, e continua a dare, allo sport del Karate e dal sistema informatico di review, proposto durante le competizioni, che permette di rivedere determinate azioni (sistema che il Presidente Espinos ha addirittura deciso di presentare alla WFK questo venerdì in Svezia).

“Essere scelti per ospitare la Venice Cup è per noi un onore ed una conferma – ha dichiarato il Sindaco avv. Luciano Striuli – Un onore perché le manifestazioni legate allo sport saranno qui a Caorle sempre le benvenute, in quanto portatrici di sani valori nei quali anche l’Amministrazione Comunale crede fortemente”.

Share Button

Comments are closed.