25/06/2024

E’ incessante e continua, anche in questi giorni, l’attività di controllo per la prevenzione e repressione del fenomeno legato all’immigrazione clandestina da parte del personale della IV Zona Polizia Frontiera di Udine – Settore di Tarvisio, diretto dal Commissario Capo Pietro Loverre, attività intensificata già da un anno in maniera continuativa al fine di far fronte ai rintracci di clandestini che giornalmente entrano in Italia illegalmente dall’Austria. Ieri il personale di questo Settore Polizia ha rintracciato a bordo di un treno proveniente dall’Austria un cittadino algerino, B.F. di anni 37 che cercava di entrare nel territorio nazionale eludendo i controlli. L’algerino, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato immediatamente arrestato poiché colpito da un ordine di esecuzione di pena emesso dal Tribunale di Venezia nel 2013 per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope; inoltre era gravato da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Venezia nel 2011, e per concludere era stato indagato per la violazione dell’art. 13 comma 13 in quanto già colpito da provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Siena.

Share Button

Comments are closed.