12/06/2024

di GFB

Qualche euro di meno a Joe Bastianich per essersi prestato a promuovere i panini Asiago DOP & Bacon e Chicken Pepper per indirizzarli, magari, verso campagne mirate ad aumentare il grado di civiltà o meglio, diminuire il grado di inciviltà, di molti utenti consumatori di questa catena, parliamo di McDonald’s, che non fa specie tra azzimati damerini, porci e cani per raggiungere il fatturato multinazionale di cui necessita per primeggiare ed espandersi.

Sì, perchè ritrovarsi fuori dal locale dopo essersi ingozzati di qualcosa ingabbiata da esondante packaging, perché così vuole il sacro marketing, e vedere il medesimo sparpagliato nei dintorni dal comune senso della maleducazione e del non rispetto per l’ambiente, è desolante. Non mi viene complicato pensare che il fenomeno della spazzatura abbandonata come capita non sia solamente circoscritto a quella testimoniata dalle foto scattate nei pressi dil Mcdonald’s a Udine, ma sia questione più generalizzata. McDonald’s non va messa sullo stesso piano degli insudiciatori ma anche anche voltarsi dall’altra parte facendo finta di niente implica una correponsabilità. Ed in attesa che qualche illuminato e stipendiatissimo manager di McDonald.s decida che anche una campagna di sensibilizzazione ambientale, per di più su immondizia proveniente da prodotti McDonald’s, possa essere utile quanto i pupazzetti attira bambini o il faccione di Bastianich, consiglio secchi e ramazze per ripulire selciati intorno al negozio ed immagine del brand.

Share Button

Comments are closed.