31/01/2023

Di Marco Mascioli

L’estate è decisamente finita, con le temperature che più o meno rapidamente ci hanno fatto cambiare il guardaroba, per affrontare il freddo inverno, dato che… non esistono più le mezze stagioni.

A parte le frasi fatte, è il momento giusto per valutare quali siano stati gli esiti dell’estate dal punto di vista turistico e quali i presupposti per la prossima stagione invernale. Sappiamo che l’economia del Paese è influenzata in modo pesante dall’arrivo di turisti dall’estero e nel caso della regione Friuli Venezia Giulia la tendenza negli ultimi anni (prima del Covid) stava assumendo sempre maggiore importanza con nuovi impianti e stabilimenti rinnovati che, dopo la batosta del 2020, erano rimasti quasi fermi ad aspettare.

La speranza delle località di montagna in effetti è stata soddisfatta anche durante l’estate, ma l’inverno, con dubbi e incertezze dovrà segnare una svolta durante i prossimi mesi. 

Per quando riguarda le località marine della nostra regione sembra che tutti parlino di una partenza a rilento, che poi si è trasformata con un grande segno positivo. Nonostante ciò gli operatori che si lamentano sono parecchi, ma forse si tratta per lo più di una cantilena ripetuta per abitudine, piuttosto che l’analisi dei dati concreti che indicano chiaramente la forte competitività delle nostre spiagge che registrano presenze a discapito principalmente delle località estere come la Croazia, che sicuramente hanno subito maggiormente dei vincoli imposti dalle norme anti Covid. 

Ora l’attenzione è concentrata sulle località di montagna con la stagione imminente, ma anche al mare ci saranno grandi novità per la stagione invernale con eventi importanti come il 26 novembre 2021 dalle 13.30 in poi al Cinecity con Loris Comisso e il Festival per un giorno che vedrà ospiti del calibro di Pupi Avati, Federico Rampini, Silvio Orlando, Piergiorgio Odifreddi, Umberto Galimberti e tanti altri, prima dell’allestimento del villaggio di Natale che durerà fino a tutto Gennaio. 

Abbiamo interpellato due personaggi profondamente coinvolti nel settore turistico: il project manager Marino Firmani che conosce bene sia la realtà delle Dolomiti Friulane, sia quella degli stabilimenti balneari, e l’assessore al turismo del Comune di Lignano Sabbiadoro Massimo Brini.  

Share Button

Comments are closed.