14/06/2024

Ammontano a 3,12 milioni di euro le nuove risorse con le quali la Regione andrà ad implementare la dotazione del bando internazionalizzazione 2022-2023 e che serviranno per scorrere la graduatoria dei progetti presentati dalle grandi, medie e piccole imprese del Friuli Venezia Giulia. Lo ha deciso la Giunta regionale, approvando nel corso dell’ultima seduta dell’Esecutivo, un’apposita delibera su proposta dell’assessore alle Attività produttive Sergio Emidio Bini.

“Con questa ultima operazione – spiega l’esponente della giunta Fedriga – portiamo l’intera dotazione del bando ad un quasi raddoppio, passando dagli iniziali 4,87 milioni di euro ai complessivi 8 milioni. Con lo stanziamento di questa delibera potremo scorrere la graduatoria esistente, finanziando così ulteriori 53 progetti, che si sommano ai 99 già sostenuti, pari al 46 per cento delle richieste inserite in graduatoria. A beneficiare del nuovo stanziamento saranno 27 iniziative del territorio udinese (per complessivi nuovi 1,37 milioni di euro), 20 in quello del pordenonese (1,5 milioni di euro), 3 nel goriziano (127 mila euro) e 3 nell’area giuliana (217 mila euro)”.

I progetti di internazionalizzazione che possono essere finanziati con il bando riguardano due settori. Il primo ha a che fare con il sostegno per la partecipazione a fiere e esposizioni, attività di promozione, marketing, tutela della proprietà intellettuale, management. Tra i vari ambiti finanziabili figurano la partecipazione a incontri business to business, la realizzazione di attività di promozione e marketing su specifici mercati, l’acquisizione di consulenze e studi di mercato per il conseguimento di nuove conoscenze e capacità internazionali, l’acquisizione di servizi di temporary export manager e l’attività di scouting e sviluppo internazionale volte all’ampliamento dei rapporti commerciali sui mercati esteri.

Il secondo ambito che il bando va a finanziare è quello dell’internazionalizzazione digitale, quali l’utilizzo di piattaforme per la partecipazione a eventi fieristici, espositivi e promozionali, l’acquisizione di consulenze e studi per l’internazionalizzazione digitale, la realizzazione di attività di promozione e marketing digitale, di iniziative di commercio elettronico, lo sviluppo di materiale promozionale digitale e interattivo.

Share Button

Comments are closed.