12/06/2024

Sabato 11 febbraio la 25esima Giornata Mondiale del Malato, istituita da papa Giovanni Paolo II e celebrata per la prima volta nel 1993 proprio a Lourdes, nella data dell’apparizione della Madonna a Bernadette.
A Codroipo è la tredicesima celebrazione della “GIORNATA DEL MALATO”, con il patrocinio della Città di Codroipo con il sindaco Fabio Marchetti che grazie all’impegno di Angelo Macor, responsabile territoriale dell’Associazione Tutela del Cittadino nella Sanità, coinvolgendo l’Asp Daniele Moro di Codroipo e tutte le autorità competenti, ha organizzato anche quest’anno tre occasioni per celebrare degnamente quest’evento: il 9, 11 e 12 febbraio 2016.
ernIMG_9713 (Small)

Il programma prevedeva per giovedì 9, alle 18.00, una conferenza presso la Sala Consiliare di Codroipo incentrata su “AUTISMO, ATTUALITÀ E PROSPETTIVE FUTURE”. Alla presenza del sindaco Fabio Marchetti, dell’assessore regionale alla sanità Maria Sandra Telesca e le massime autorità civili e militari del Medio Friuli, abbiamo sentito gli interventi competenti e interessanti del Prof. Carlo Hanau (del Dipartimento Educazione e Scienze Umane Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), di Elena Bulfone (progetto Autismo FVG, presidente del Comitato provinciale dei disabili nonché incaricata per la consulta regionale per l’auditorio) e il Presidente Maurizio Rocco dell’Ordine dei Medici di Udine che ha espresso i suoi complimenti per l’iniziativa e la sua futura disponibilità per partecipare a simili eventi.
ernIMG_9758 (Small)
La dottoressa Valentina Battiston direttore dell’Asp Daniele Moro ha svolto l’incarico di presentatrice e portavoce di Angelo Macor, tanto impavido e disponibile nell’organizzare gli eventi, quanto discreto di fronte la platea.
Abbiamo scoperto tante cose sull’autismo, ci hanno smontato tante sicurezze o pseudo tali e approfondito aspetti importanti sull’evoluzione della malattia che un tempo era considerata semplice pazzia, mentre le ricerche adesso hanno determinato che si tratta esclusivamente di genetica, non ereditaria.

Non può essere in alcun modo generato dalla vaccinazione trivalente, ma se la puerpera non immunizzata contraesse la rosolia, potrebbe mettere al mondo un figlio autistico. Molto più probabile nei maschi che nelle femmine. L’autismo è una condizione inscritta in quello che oggi è definito “spettro autistico”, che comprende anche la sindrome di Asperger e il mutismo selettivo.

ernIMG_9739 (Small)
Quando ho chiesto al Prof. Carlo Hanau quale sia la cosa da fare per migliorare, mi ha ripetuto a raffica la parola “formazione”. Per i genitori, per gli insegnanti, per gli assistenti, per i medici e i volontari. Spesso non sono condivise le conoscenze, le tecniche, i trattamenti e questo comporta l’adozione di terapie inutili o sbagliate che naturalmente non producono nessun risultato positivo e con l’andare del tempo deludono anche i più volenterosi. Dal punto di vista della medicina siamo ancora lontani dal trovare soluzioni valide, la ricerca farmaceutica è ferma a soluzioni realizzate per altri scopi, altre malattie e hanno il solo scopo di calmare i pazienti nei casi più violenti.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.