20/02/2024

Di Marco Mascioli   

Il censimento è aperto! Vota (e fai votare) i tuoi Luoghi del Cuore al FAI: c’è tempo fino al 15 dicembre 2020. La classifica del Fondo Ambiente Italiano aggiornata al 27/11/2020 vede la villa Ottelio Savorgnan ad Ariis di Rivignano Teor (UD) al 48° posto. I voti sono registrati in tempo reale, ma l’aggiornamento in classifica richiede circa 60 minuti. Grazie al censimento “I Luoghi del Cuore” fino al 15 dicembre puoi votare i luoghi che ami e desideri proteggere e valorizzare. Dopo ogni edizione il FAI interviene concretamente a favore di una selezione dei beni più votati. Partecipando al censimento e votando tutti insieme l’unico luogo del Friuli Venezia Giulia che ha una buona posizione in graduatoria, potremo auspicare in un pronto restauro della villa che fu la vera residenza di Giulietta, quella innamorata di Romeo (veri nomi: Lucina Savorgnan del Monte e Luigi da Porto). 

Già solo per il celeberrimo testo del drammaturgo William Shakespeare che ormai è stato appurato sia stato ambientato in modo che risultasse coperta la vera identità dei personaggi, dei tempi e dei luoghi, con il convento dei Francescani a Verona, il periodo 1300, Giulietta e Romeo, era tutto invenzione, una pura creazione letteraria. La novella originariamente scritta dal personaggio principale, Luigi da Porto, solo grazie alla rielaborazione geniale di William Shakespeare, trovò nella città scaligera una fortunata e abile messa in scena ad uso e immagine turistica. 

Sebbene non sia intenzione cancellare l’ormai storica ambientazione veneta, si potrebbe rendere giustizia alla dimora di Ariis, per saziare la fame di curiosità dei turisti, proponendo anche la Villa Ottellio Savorgnan come meta turistica, alla scoperta della storia d’amore più appassionante e nota del mondo.

In questo momento, con le poche risorse a disposizione, l’amministrazione del Sindaco Mario Anzil sta cercando di fare tutto il possibile per recuperare gli stabili che costituiscono la villa, ma è innegabile che i capitali necessari per una fedele restaurazione potrebbe provenire proprio grazie al FAI (Fondo Ambiente Italiano). https://www.fondoambiente.it/luoghi/villa-ottelio-savorgnan?ldc

Villa Ottelio Savorgnan si trova nell’antico borgo di Ariis, nel comune di Rivignano Teor in Friuli Venezia-Giulia. Affacciata su un’ansa del fiume Stella, il più importante corso d’acqua di risorgiva della regione. La Villa è immersa nel “Parco Comunale dello Stella” e del “Sito d’Interesse Comunitario Risorgive dello Stella”, che ospita interessanti esemplari di flora e fauna. 

La ragion d’essere della Villa si trova nel fiume, infatti, per la sua difesa militare e commerciale venne eretta, nella seconda metà del Duecento, una fortificazione sulle cui basi, fu costruita la Villa. Originariamente la proprietà apparteneva ai Wrusberg e, dopo alterne vicende passò in gestione ad una delle famiglie nobiliari friulane più importanti, i Savorgnan. 

I Savorgnan detenevano, per conto della Serenissima, il monopolio del sale, del tabacco e di altre merci che distribuivano nei loro feudi e nell’intera regione: di conseguenza in adiacenza alla Villa, sorsero nuovi edifici adibiti a magazzini del sale e di stoccaggio delle merci e a dimora della servitù. 

Fra il fiume e il corpo principale della Villa venne realizzato un giardino terrazzato all’italiana, ampliato e modificato successivamente, ma oggi purtroppo scomparso. Nel corso del XIX secolo, furono aggiunti ulteriori corpi di fabbrica al complesso, che nel 1885, passò nelle mani degli Ottelio. 

Oggi il compendio si presenta come un palinsesto ricco di stratificazione storica, fondamentalmente diviso in due parti: la prima, padronale, è strutturata in tre piani, con una bella facciata rivolta verso il fiume Stella su cui si osservano le tracce dello stemma dei Savorgnan, con giardino degradante fino alle acque, la seconda, costituita dai magazzini e dagli alloggi della servitù. Per quanto riguarda quest’ultima parte, lo stato degli immobili è rimasto in buona parte inalterato nel tempo, possiede quindi un importante valore storico, architettonico e documentario. 

Nel concreto, grazie al Fondo Ambiente Italiano, dopo l’annuncio dei risultati finali, a fronte della presentazione di un progetto di rivalutazione, saranno assegnati rispettivamente 50.000, 40.000 e 30.000 euro ai primi 3 luoghi classificati e 20.000 euro al bene al primo posto delle classifiche speciali “Italia sopra i 600 metri” e “Luoghi storici della salute”; inoltre al luogo più votato via web sarà destinato un video, storytelling o promozionale, curato dal FAI (N.B. i premi non sono cumulabili).

In questi ultimi mesi, tutta l’amministrazione Anzil del Comune di Rivignano Teor, con l’assessore Massimo Tonizzo in prima fila, applaudono il lavoro svolto dal comitato spontaneo composto da ANDREA Comuzzi,  ANNA Comuzzi, ANNA Pizzale, CATERINA Burba, CATERINA Giau, CLAUDIA Carlotto, DAVIDE Pighin, FEDERICO Valentinis, GABRIELE Giau, JUAN Damano, MANUELA Baldas, MASSIMILIANO Ghiro, MIRIAM Gori, ROBERTO Pighin e lo stesso MASSIMO Tonizzo.

Il comitato per Villa Ottelio Savorgnan sta inventando tanti eventi per far conoscere la villa, sebbene la pandemia di Covid-19 non abbia aiutato per nulla. Concerti, spettacoli teatrali, La Cena a Corte e in particolare le giornate del FAI che in primavera, a marzo, non hanno avuto luogo, ma si sono svolte parzialmente in autunno (dovevano essere due fine settimana, ma ne hanno fatto uno solo per questioni di sicurezza anti-Covid).

Il voto non costa nulla e non richiede particolari registrazioni. Si può accedere e votare anche con il proprio profilo Facebook, entro il 15 dicembre,  nel sito https://www.fondoambiente.it/luoghi/villa-ottelio-savorgnan?ldc.  

Solo partecipando in massa, tutti i corregionali, ce la possiamo fare a ricevere il contributo e soprattutto la notorietà che appartenere al FAI può dare. 

Share Button

Comments are closed.

Open