03/02/2023

Novità per la salvaguardia dell’Arena di Verona. Secondo il sindaco Flavio Tosi, se c’è la volontà e arriveranno tutti i via libera «in tre anni la copertura ci sarà». Infatti ha spiegato il sindaco “il Ministero dei Beni Culturali ha formalmente ricevuto tutta la documentazione per dare avvio all’iter per valutare la fattibilità del progetto di copertura dell’Arena”. L’annuncio venerdì scorso a margine della presentazione ufficiale dei primi tre progetti vincitori del concorso internazionale di idee per la copertura dell’Arena. “Ringrazio i professionisti che hanno lavorato con passione ed entusiasmo a queste straordinarie progettazioni – ha aggiunto – e il Gruppo Calzedonia per aver creduto in questa idea che potrebbe essere realizzata a costo zero per l’amministrazione e che permetterebbe la salvaguardia e la conservazione dell’anfiteatro”. In rappresentanza delle società di progettazione vincitrici sono intervenuti l’ingegner Knut Stockhusen della SBP (primo classificato), l’architetto Vincenzo Latina (secondo) e l’architetto Roberto Ventura (terzo). Tutti gli 84 progetti partecipanti al concorso saranno esposti al Museo AMO dal 4 maggio, per circa due mesi.
Delacopertura per l’Arena di Verona si parla da tempo e a gennaio scorso erano stai presentate le prime risposte al concorso di idee, oggi siamo alla progettazione. Sì tratta di una sorta di enorme tenda sopra quell’immenso teatro a cielo aperto che attira turisti e melomani da tutto il mondo. L’idea era partita dal sindaco Tosi e il patron del Gruppo Calzedonia Sandro Veronesi l’aveva subito raccolta, finanziando il concorso e i premi. Con una sola clausola. Che i progettisti fossero giovani.

I progetti quindi ora ci sono, li si può vedere in rendering e ognuno si può fare una sua idea.
Perché una copertura? Non per proteggere gli spettatori dal brutto tempo ma l’Arena stessa, i gradoni in particolare, dalla pioggia, vera nemica del monumento e del Comune, che deve spendere moltissimo in restauri e manutenzione.

Share Button

Comments are closed.