09/07/2024

Fare di operatori come i tassisti, gli edicolanti, i barman e i bagnini i primi testimonial dell’accoglienza in Friuli Venezia Giulia è “una piccola grande rivoluzione”: il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive e al Turismo Sergio Bolzonello si è espresso così sulla campagna di comunicazione curata da PromoTurismoFVG e illustrata a Trieste nel Palazzo della Regione.
thumb500_65891_3BolzonelloTurismo21lu16
“Sono proprio questi operatori i primi a fare accoglienza turistica e ci siamo concentrati su di loro, perché sono le persone che precedono anche gli addetti delle strutture ricettive”, ha rilevato Bolzonello. “Assicurare una formazione uniforme di risposte turistiche da parte di professionisti come edicolanti, tassisti, bagnini e sfruttare la loro grande competenza, è un vantaggio per tutta la comunità”. Un’accoglienza cordiale e preparata da parte degli abitanti stessi – questa la convinzione – è la prima garanzia di ospitalità, all’insegna del motto prescelto “Il primo benvenuto in Friuli Venezia Giulia arriva da te”.

L’iniziativa prevede due corsi di formazione di otto ore per un massimo venti partecipanti che prenderanno avvio alla fine di luglio nell’ambito di un progetto formativo che via via si amplierà a tutti gli operatori interessati all’interazione in prima battuta con i turisti.

Come ha spiegato il direttore marketing di PromoTurismoFVG Bruno Bertero, i moduli di formazione si basano sulla conoscenza del territorio, sulle prime frasi in lingua straniera e sull’accoglienza turistica 2.0 in chiave digitale.
Le sedi dei corsi pilota saranno Latisana (Ud) e Udine. Al termine della formazione esercenti e operatori riceveranno un attestato che potrà essere esposto o reso visibile agli ospiti e un kit di accoglienza turistica tarato a seconda della professione.

Alla conferenza stampa sono intervenuti per raccontare la loro esperienza anche due dei testimonial della campagna pubblicitaria, la bagnina Rosita Orzan, attiva a Lignano, e il tassista triestino Paolo Bencich.

L’appuntamento con i cronisti è stato anche l’occasione per un primo punto sulla stagione turistica 2016, calcolato sulle presenze nelle strutture ricettive, che, ha reso noto Bolzonello, “fino a maggio vede numeri che si avvicinano a un più 8/9 per cento. Se giugno ha registrato una difficoltà oggettiva per i primi venti giorni a causa delle condizioni atmosferiche, luglio sta andando bene e le attese per agosto sono altrettanto buone”.

In generale il vicepresidente della Regione ha osservato che “nel
2013 avevamo ereditato un turismo con segno ‘meno’ e oggi, dopo anni di grande lavoro, vantiamo un turismo che dà segni ‘più’ molto significativi i quali si stanno quasi avvicinando alla doppia cifra”. Bolzonello ha precisato che i dati positivi finora registrati riguardano sia in mare sia la montagna.

Share Button

Comments are closed.