11/06/2024

Di Marco Mascioli

Si è trattato dell’evento sportivo dell’anno di mini rugby a Codroipo (UD). Migliaia di persone con i grandi giovani atleti (meno di 13 anni), per incontrarsi nei campi allestiti per un fine settimana di sport etico, appassionato e rispettoso. 

Soprattutto i rugbisti in erba del mini rugby, non si spaventano di certo per due gocce di pioggia e adorano rotolarsi nel fango e parzialmente sono stati accontentati. Hanno avuto una giornata che inizialmente si è presentata nuvolosa, ma a metà mattinata uno scroscio improvviso ha bagnato tutti e, quelli che statvano disputando gli incontri, non si sono fermati nemmeno un attimo. 

Lo spettacolo interpretato dai bambini domenica 4 giugno presso lo stadio della polisportiva comunale di Codroipo, con il campo principale suddiviso in diverse aree per il mini rugby, impegnando anche i campetti laterali, sia dietro le tribune, sia verso il parco delle risorgive, è stato proprio stupefacente. 

Vedere centinaia di giovanissimi atleti, con al massimo 13 anni, che si scatenavano in campo a correre, lanciare la palla ovale e fare meta, è stato entusiasmante per tutti i presenti, tra genitori, parenti e amici accompagnatori dei rugbisti giunti domenica per questa ottava edizione del torneo Città di Codroipo, grazie alla stupenda organizzazione curata dalla squadra locale dell’OverBugLine Rugby, con tantissimi volontari che instancabilmente si sono dati da fare in tutti i settori per predisporre la manifestazione.

Il numero 147 (in ricordo di Massimo – piccolo campione scomparso prematuramente) resterà per sempre presente nei cuori e negli striscioni, giacché l’OverBugLine Rugby non dimentica i propri campioni. A lui è stato dedicato anche questo evento da parte di tutti i rugbisti di Codroipo e non solo, dall’apertura alla premiazione.

Per l’OverBugLine è stata una giornata meravigliosa, indimenticabile, nonostante il tempo meteorologico con sbalzi di temperatura da 15 a quasi 30 gradi, hanno ospitato undici squadre, di cui tre croate e una bosniaca. Molte persone del territorio sono passate per un saluto, molti ex giocatori OBL sono venuti a tifare, ma soprattutto Stefano Sironi ci ha omaggiati  della sua presenza, sia in qualità di arbitro di alcuni incontri, sia come ospite d’onore, giacché dopo essere cresciuto nella famiglia OBL, oggi è campione d’Italia con a squadra Delta Rovigo Rugby. 

Tanti momenti piacevoli, tanto bel rugby, tanti bambini felici. Tanto divertimento ed emozioni davvero speciali per tutti coloro che hanno partecipato. 

Le premiazioni hanno consegnato alle squadre classificate prime, seconde e terze per le rispettive categorie, Under 7, 9, 11 e 13, coppe e fiori da parte delle autorità presenti e il trofeo del torneo è andato alla squadra di Belluno per aver conseguito i risultati migliori nelle diverse categorie. 

Per la cronaca la classifica finale ha visto al terzo posto la squadra Rugby Rep Trieste e al secondo posto la squadra di casa OverBugLine Rugby Codroipo, giunta prima nella categoria Under 13. 

Share Button

Comments are closed.