31/01/2023

Ogni anno ad Aiello del Friuli, località nota per le sue meridiane, la festa a esse dedicata porta almeno tre nuovi orologi solari, che arricchiscono l’arredo di questa località rurale, che ospita anche il centro didattico delle merdiane e un museo sulla civiltà contadina. Quest’anno le meridiane in concorso sono quattro ed è possibile votarle andando sul sito ilpaesedellemeridiane.com. Tempo utile per il voto fino al 31 maggio alle ore 12.

Le meridiane hanno ciascuna un titolo e un motto che le accompagna. Ennia Visentini presenta la merdiana intitolata “Le ore medievali” collocata nel cortile del museo sulla civiltà contadina. Poche sono in Italia le meridiane ad “ore medioevali”, esse sono collocate principalmente sulle pareti di antiche chiese e conventi.

Attilio Meotto ha realizzato l’orologio solare “Gocce d’essenza” su una parete della casa Zandegiacomo, la cui famiglia produce essenze da tre generazioni, la meridiana è coronata da dodici ampolle come i mesi dell’anno.

Alessia Mauro esibisce la meridiana “La torre del drago” su una facciata di casa Colaut e vuole ricordare l’appartenenza del capo famiglia al corpo dei vigili del fuoco. Il quadrante solare è racchiuso dentro una grande fiamma.Il quadrante è un raro esempio di meridiana bifilare a “catena” .

Quarto orologio solare in concorso, quello degli ospiti della casa di riposo polifunzionale Sereni Orizzonti rappresentati dalla Signora Luciana Cosettini, anche lei ospite della struttura ed autrice del motto, che riceverà una targa di ringraziamento da parte del circolo culturale Navarca il cui fondatore Aurelio Pantanali ha guidato l’esecuzione della meridiana, che campeggia su una delle facciate della casa di riposo, ritraendo sullo sfondo l’isola di Barbana, meta di pellegrinaggio annuale degli abitanti di Ajello, una tradizione che risale al tempo in cui Aiello e il Friuli furono colpiti duramente da un terremoto e da pestilenze.

Share Button

Comments are closed.