11/06/2024

Venerdì 30 settembre alle 18:00 nel Salone del Parlamento del Castello di Udine si terrà l’inaugurazione della mostra dal titolo 1797 Il giovane Napoleone nel Friuli di Campoformio. L’esposizione, curata da Paolo Foramitti in collaborazione con i Civici Musei, sarà visitabile presso il mezzanino del Castello di Udine da sabato I ottobre a domenica 20 novembre (chiuso i lunedì, info +39 0432 1272591 e civicimuseiudine.it). Saranno presenti il Sindaco Pietro Fontanini e l’Assessore alla cultura Fabrizio Cigolot.

Nella ricorrenza dei 225 anni dalla firma del Trattato di Campoformio (17 ottobre 1797), la mostra intende rileggere ed esporre, alla luce delle ricerche più recenti e con materiale sinora raramente o mai esposto al pubblico, la presenza in Friuli nel 1797 del giovane Bonaparte e le vicende artistiche e urbanistiche che interessarono Udine e il Friuli in epoca napoleonica. L’esposizione, inoltre, indaga lo sviluppo della cartografia militare in seguito alle vicende belliche che videro contrapporsi nel 1797 nel Nord-Est d’Italia i reggimenti di Napoleone e quelli degli Asburgo.

Oltre che da opere provenienti dalla Fondazione Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia e da collezionisti privati friulani e veneti, l’esposizione è arricchita da un prezioso cammeo delle Raccolte Numismatiche e da una selezione di incisioni e disegni del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e del Museo del Risorgimento dei Civici Musei di Udine.

Punto di forza e cardine del percorso espositivo è un letto settecentesco che solo di recente è stato individuato presso un collezionista privato. La tradizione orale di una nobile famiglia friulana indica questo letto, in precedenza mai esposto al pubblico, come quello utilizzato da Napoleone Bonaparte e dalla sua sposa Joséphine a Villa Manin di Passariano.

Ulteriore elemento di novità dell’esposizione è rappresentato dalla presenza di sagome di grandi dimensioni di alcune rilevanti realizzazioni celebrative dell’epoca napoleonica in Friuli. Alcune di esse riproducono, per la prima volta, i monumenti progettati in onore delle vittorie delle truppe francesi sul Tagliamento e sull’Isonzo nel 1797.

Nella mostra, infine, saranno riprodotti in grande formato alcuni disegni inediti di epoca napoleonica, conservati a Parigi nelle raccolte del Louvre, che raffigurano le località friulane dove ebbero luogo alcuni tra i principali eventi bellici e diplomatici che videro protagonista il giovane generale Bonaparte.

Share Button

Comments are closed.