13/07/2024

Il 19 novembre, confermano Confcommercio e UdineIdea, si accenderanno in città le luci di Natale ( 33 locations tra piazze, corti e vie). Nonostante le difficoltà economiche e grazie a molti operatori economici che hanno condiviso l’opportunità di illuminare la città. Le adesioni sono state numerose, nonostante le mancate partecipazioni, perfino superiori a quelle del 2015. Se ne contano infatti 281, contro le 225 di un anno fa, e pure vie e piazze sono aumentate di 8 unità.

Alle quote dei singoli si aggiungono come di consueto i finanziamenti di enti istituzionali e sponsor. Dalla Camera di commercio a Bluenergy, da CrediFriuli a Solari a Ssm, sotto il cappello del Comune, che come ogni anno si accollerà le spese degli allacciamenti e dell’energia elettrica. Si aggiunge anche l’apprezzata iniziativa “fuori dal coro” dell’imprenditore, Massimo Blsasoni, che ha deciso in autonomia di illuminare le piazze Venerio e e piazza XX settembre.

«Quest’anno – spiega l’assessore comunale alle Attività Produttive e Turismo Alessandro Venanzi – abbiamo voluto allargare i partner privati che partecipano con sponsorizzazioni per far sì che l’attrattività della città sia ancora più forte. Grazie alla stretta collaborazione garantita dal tavolo delle associazioni di categoria, anche stavolta siamo partiti in anticipo con l’obiettivo di creare quell’atmosfera natalizia che porta il pubblico in città e offre al contempo uno stimolo a iniziare gli acquisti già dalla seconda metà di novembre. In questo modo ci siamo adeguati al modello europeo».

«Una città illuminata a Natale – dichiara il presidente della Camera di commercio Giovanni Da Pozzo – è scenografia emozionale per piccoli e grandi eventi, che rende il capoluogo un posto ancor più piacevole, da vivere e in cui lavorare,  «…ecco perché la Cciaa non ha voluto far mancare il suo contributo».

« Siamo orgogliosi di rappresentare un ponte ideale fra le due anime di Udine, – afferma Alberta Gervasio, dg di Bluenergy Group – città a vocazione tecnologica e innovativa, che grazie alla genialità di Arturo Malignani fu fra le prime in Europa ad essere illuminate dall’energia elettrica. Come unica multiutility profondamente friulana, ci piace pensare di riuscire ad unire, con la bellezza delle luci e la potenza dell’energia, le due anime della città in un momento così simbolico e sentito come il Natale».

«Le luci di Natale – commenta il presidente di Confcommercio mandamentale di Udine Giuseppe Pavan – sono non solo un simbolo, ma anche un concreto valore aggiunto nell’ottica del rilancio economico e turistico di Udine» .
Arianna Calcaterra, presidente di UdineIdea, parla quindi di “grande lavoro di squadra” e anticipa “molte altre sorprese”, cogliendo l’occasione «per ringraziare tutti gli addetti e referenti di via che si sono dati da fare per favorire il massimo coinvolgimento».

Vie e piazze illuminate

Riva Bartolini, Via Canciani, Via Cavour, Via Delle Erbe, Via Rialto, Via Manin, Via Savorgnana, Via Mercerie, Corte Giacomelli, Via Poscolle, Via Portanuova, Via Mercatovecchio, Piazza Venerio, Piazza Lionello, Via Vittorio Veneto, Via Del Monte, Via Pelliccerie, Via San Francesco, Via P. Sarpi, Via Valvasone, Via Cosattini/Largo Dei Pecile/Via Dei Rizzani, Via Mantica, Via Aquileia, Via Lovaria, Via Battisti, Via A. L. Moro, Via Cortazzis, Via Grazzano, Piazza Libertà, Piazza XX Settembre, Piazza San Giacomo

Share Button

Comments are closed.