02/10/2022

La prima domenica di Avvento è alle porte, ma i cori del Friuli Venezia Giulia sono già impazienti di vivere nuovamente le atmosfere di Nativitas: inizierà infatti domani la nuova edizione della più amata (e più emulata) manifestazione corale della nostra regione. L’Usci Friuli Venezia Giulia ha nuovamente unito centinaia di cori e migliaia di coristi nel segno dei repertori natalizi più vari e fino al 15 gennaio 2017 garantirà al pubblico della coralità una presenza costante con concerti in chiese e sale da concerto dell’intero territorio regionale. Come è tradizione, Nativitas si trasferirà occasionalmente anche fuori dai confini regionali, quest’anno in Veneto, Lombardia, Austria e Polonia. Non ci sono limiti di genere in questi concerti che esprimono nella loro enorme varietà i diversi modi di vivere l’atmosfera del Natale moderno, dove i concetti di “classico” e “tradizione” si estendono dai canti popolari al gospel e al pop.

Da sedici anni l’anno dei cori si conclude e inizia con Nativitas. La dimensione è interregionale e internazionale per un’iniziativa che ogni anno riflette anche la ricchezza culturale di un territorio di confine. Proprio per questo motivo l’Usci incoraggia sempre i partecipanti a creare per le feste natalizie programmi di ricerca, che possano valorizzare e diffondere tradizioni festive specifiche, dalla Resia alla Carnia, da Aquileia ai discanti cividalesi, i canti sloveni, la tradizione ortodossa.

Ad aprire la nuova edizione di Nativitas in concomitanza con la festa della patrona della musica sacra Santa Cecilia saranno due concerti, in programma martedì 22 novembre: il primo, nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes a Trieste, proporrà meditazioni del teologo Paolo Curtaz con il Gruppo corale Soul Diesis diretto da Paolo Voltolini. Sempre in serata, ma a Turriaco (Gorizia) la Chiesa di San Rocco ospiterà il Concerto per Santa Cecilia con il Gruppo Costumi tradizionali bisiachi di Caterina Biasiol e il Coro del Collegio del Mondo Unito diretto da Stefano Sacher. Nativitas proseguirà poi nel fine settimana, quando tra sabato e lunedì saranno in programma in tutta la regione ben sette eventi corali con programmi che vanno dal canto gregoriano alla polifonia rinascimentale, fino ai florilegi delle rassegne di cori giovanili e scolastici.

Nativitas è realizzata con la collaborazione delle associazioni provinciali e il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Crup e Fondazione Carigo. Il dettaglio degli eventi con tutti gli aggiornamenti è a disposizione sulla pagina www.uscifvg.it.

Share Button

Comments are closed.