14/06/2024

ASCOLTA IL SERVIZIO:

Aziende e Università sono un binomio che può declinarsi in modi diversi e tutti vanno bene purché venga mantenuto il link tra questi due mondi. Diversamente molte azioni, impegni e sacrifici perderebbero di senso. Tra gli esempi di collaborazione, utili e stimolanti per la formazione sul campo, quella dei concorsi di idee. Sono stati appena premiati a palazzo Garzolini di Toppo Wasserman i due vincitori della terza edizione del concorso Cavalier Vincenzo  Zanutta intitolato “Idee e spazi per una casa”  con gettoni di 2000 e 1500  euro. Quest’anno il concorso  impegnava gli studenti  di architettura nell’elaborazione di idee per l’allestimento dello spazio espositivo nello showroom Zanutta di Udine. I progetti vicitori sono stati fiermati da..
 Andrea Birchese e Andrea Stefano Nardo come primi classificati e da Federico Bonfarnuzzo e Giorgio De Negri al secondo posto.
Alla cerimonia di conferimento dei premi  erano presenti per l’Università il curatore prof. Roberto Petruzzi e il coordinatore dei corsi di laurea in Scienze dell’architettura e in Architettura, prof. Giovanni Tubaro. L’azienda era rappresentata dall’ amministratore delegato della Zanutta Lucio srl, Lucio Zanutta, storico fondatore dell’azienda e padre degli amministratori delegati Vincenzo e Gianluca Zanutta.

L’azienda Zanutta si impegna a realizzare almeno uno dei DUE progetti vincitori del concorso.

Sei gli studenti che hanno partecipato al concorso, quattro iscritti ad Architettura e due a Scienze dell’Architettura, suddivisi in tre gruppi per un totale di tre progetti.
La commissione giudicatrice, composta da Michele Schiavon e Arianna Corso per l’azienda Zanutta, Giovanni Tubaro e Roberto Petruzzi per i corsi di studi in Architettura, nell’esaminare i progetti si è dotata di quattro criteri: la corrispondenza e completezza degli elaborati grafici a quanto previsto dal bando; il raggiungimento degli obiettivi dell’iniziativa; l’originalità della proposta progettuale e infine la realizzabilità della proposta progettuale.

Nel servizio audio abbiamo chiesto al responsabile della filiale Zanutta di Udine se l’azienda è rimasta soddisfatta della partecipazione e della qualità delle proposte presentate, se per gli studenti sono importanti esperienze di questo genere, ovvero basate su una competizione che derivi da una vera commissione di lavoro, se il mondo delle imprese fa abbastanza per coinvolgere quello accademico in iniziative di questo tipo e dove e quando il progetto vincitore del concerso troverà concreta attuazione.

Share Button

Comments are closed.

Open