29/02/2024

Apre finalmente al pubblico, mercoledì 3 febbraio 2021 con orario 10.00 – 20.00, “VAN GOGH. IL SOGNO” IMMERSIVE ART EXPERIENCE, esperienza d’arte multimediale che rende omaggio a uno dei più celebri Maestri della pittura moderna. Si tratta della prima apertura che inaugura il calendario d’iniziative nella EmotionHall, la nuova arena immersiva permanente modulare e interattiva dedicata alla cultura in ogni sua espressione, che trova spazio all’interno del Meeting Place – Tiare Shopping di Villesse (GO). 

Il progetto EmotionHall è un unicum assoluto a livello italiano e uno dei pochissimi esempi a livello internazionale di spazio museale inserito all’interno di una Galleria commerciale, che nasce da un’idea dal team di gestione del Tiare Shopping, sviluppata coinvolgendo poi professionisti e imprese.

L’apertura di “VAN GOGH. IL SOGNO” IMMERSIVE ART EXPERIENCE, secondo le misure previste per i musei nelle regioni “zona gialla”, sarà fruibile dal pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 20, con ingresso una volta ogni ora (ultimo accesso alle ore 19) per un’affluenza massima di trenta persone ogni ora.

“VAN GOGH. IL SOGNO” IMMERSIVE ART EXPERIENCE è un racconto coinvolgente, tra digitale e reale, della durata di circa 50 minuti, articolato attraverso multiproiezioni a 360° di immagini ad altissima definizione di 75 capolavori di van Gogh. Un progetto ideato da Stefano Fake, artista contemporaneo e video maker italiano affermato a livello internazionale e da Nicola Bustreo, curatore museale, di eventi artistici e culturali, direttore artistico di EmotionHall, che hanno scelto di rileggere van Gogh nella sua dimensione onirica. Un’esperienza articolata attraverso tre ambienti, in cui si animano alcune delle tele più iconiche del Maestro olandese, accompagnate dalla voce dell’attore Maurizio Lombardi che interpreta le testimonianze scritte dal pittore, in cui approfondirne le vicende umane e artistiche ed “entrare” all’interno delle sue opere.

Un modo nuovo di vivere l’arte che ambisce a realizzare attraverso la tecnologia ciò che van Gogh voleva fare con la sua arte attraverso il colore: allontanarsi dalla resa naturalistica per andare oltre l’immagine e rimandare a significati più profondi, più intensamente esistenziali. Una mostra fruibile a tutte le età, che non ha bisogno di spiegazioni per essere compresa, ma che ciascuno può vivere secondo il suo livello di conoscenza della storia dell’arte e del Maestro, tramite il suo punto di vista personale, elaborandone un messaggio positivo, di riflessione, di svago.   

L’ARTICOLAZIONE DI “VAN GOGH. IL SOGNO” IMMERSIVE ART EXPERIENCE

Il contatto del pubblico con le opere di van Gogh inizia fin dall’ingresso nel Corridoio Emozionale, lungo i cui 35 metri scorrono e si animano alcune delle opere più iconiche del Maestro olandese, a partire da un tappeto virtuale di girasoli, uno dei simboli più rappresentativi della sua pittura. Alle “pareti” sei opere iconiche retroilluminate: Vaso di girasoli; Campo di grano con corvi; Autoritratto; Terrazza del caffè la sera; La Camera ad Arles; Ramo Di Mandorlo Fiorito. Ad arricchire l’esperienza di “contatto” con l’artista, un ologramma di van Gogh.

“VAN GOGH. IL SOGNO” IMMERSIVE ART EXPERIENCE prosegue poi nella Sala Didattica in cui farsi emozionare dal tetto cinetico, un’installazione luminosa in movimento che rimanda alle stelle dell’opera Notte stellata sul Rodano, riprodotta sul fondale. Grazie allo schermo e ai supporti digitali presenti nella sala, il visitatore può approfondire la vita dell’artista e alcune delle sue più famose e profonde riflessioni personali.

A seguire, la Sala Immersiva, dove lasciarsi coinvolgere dal racconto ideato da Stefano Fake: una multiproiezione a 360° con immagini ad altissima definizione che si muovono intorno al visitatore, articolate lungo un percorso cronologico, dalle prime alle ultime produzioni di van Gogh, suddivise in 14 “capitoli”.

I “capitoli”:  1.Il periodo olandese: studi pittorici sui contadini 2.Parigi e l’influenza impressionista; 3.Il giapponesismo; 4.In viaggio verso Arles, nel sud della Francia 5.Notte stellata sul Rodano; 6.I paesaggi di Arles; 7.I ritratti; 8.Gli autoritratti; 9.I Girasoli; 10.La casa gialla e la stanza del pittore 11.L’amicizia con il pittore Gauguin; 12.Il campo di grano e l’epilogo finale; 13.Il sogno della notte stellata; 14.La consacrazione dell’arte di van Gogh.

L’esperienza con le opere di van Gogh che prendono vita, termina nella Mirror Room dove, grazie a un gioco di specchi, l’immersione è ancora più totalizzante, come se il visitatore fosse al centro di un caleidoscopio.

I biglietti per la mostra possono essere acquistati presso l’Infopoint al secondo piano del centro commerciale, oppure su internet presso VivaTicket  https://bit.ly/3tiSG5q

Share Button

Comments are closed.