02/02/2023

Grazie al contributo di 3.500 euro della Fondazione Friuli per il progetto “Un’ora di lezione può cambiare la vita” è stato possibile acquistare 18 nuovi banchi di dimensioni standard e con rotelle, 18 sedie ergonomiche e facilmente disinfettabili, un capiente nuovo armadio, 13 libri “Italiano di base” Livello A1-A2 e sette Punti di accesso TP-Link WL-AP EAP115 (300 MBit) [EAP115] per velocizzare e implementare la connessione internet durante lo svolgimento delle attività formative. In una lettera aperta Pierluigi Di Piazza, fondatore del centro Balducci, ha voluto indirizzare un rigraziamento alla Fondazione sottolineando la concretezza del gesto per un mondo di giustizia, uguaglianza, accoglienza, pace, autentica solidarietà.

Da diversi anni, grazie all’aiuto di molti volontari, il Centro Balducci con l’utilizzo di quell’aula fornisce anche corsi di italiano di vario livello, corsi di doposcuola e aiuto compiti per i bambini del paese, corsi di avvicinamento al lavoro e per il conseguimento della patente di giuda agli ospiti del Centro (attualmente una cinquantina tra adulti e bambini) e agli utenti esterni.

Sono stati un paio di anni decisamente complessi e articolati al centro Balducci, in cui le parole d’ordine sono state sicurezza e resistenza, garantendo il diritto allo studio a un numero importante di studenti, la maggioranza dei quali minori stranieri non accompagnati ospiti del Centro Balducci, delle comunità Aedis dislocate a Carpeneto, Cargnacco, Pasian di Prato e Udine. Nonostante tutte le difficoltà e limitazioni, gli esiti raggiunti sono molto buoni: nei primi mesi del 2022 sono stati accolti 60 studenti, di cui 53 MSNA (minori stranieri non accompagnati), un numero in crescita rispetto agli anni scorsi. 24 iscritti hanno raggiunto il livello A2 e ottenuto l’attestato conclusivo. Il CPIA di Udine è attivo da diversi anni presso la sede del Centro di Accoglienza e Promozione Culturale “E. Balducci” di Zugliano, erogando sia corsi di alfabetizzazione istituzionali in lingua italiana di livello A1-A2, sia percorsi scolastici in ampliamento dell’offerta formativa, quali: corsi di prima alfabetizzazione in italiano, corsi di italiano più strutturati di livello B1 (propedeutici al superamento dell’esame di certificazione linguistica CILS – in convenzione con l’Università per gli Stranieri di Siena), corsi di potenziamento linguistico specificamente rivolti all’acquisizione delle competenze fonologiche e di letto-scrittura per studenti analfabeti o bassamente scolarizzati nel paese d’origine, corsi di matematica e inglese, discipline fondamentali per conseguire la licenza media.

L’età anagrafica, la provenienza così come il background culturale dei corsisti si sono rivelati essere estremamente eterogenei e diversificati.

I principali paesi d’origine sono: Pakistan, Bangladesh, Bosnia, Niger, Nigeria, Algeria, Marocco e Ucraina, con una netta prevalenza di studenti provenienti dal Bangladesh. Per ogni corso di italiano attivato è stato indispensabile fornire un pacchetto di ore a inizio corso volte all’acquisizione delle competenze informatiche di base (attivare un account Gmail, accedere in autonomia agli strumenti didattici di Classroom e Jamboard e attivare una riunione online Meet).

A causa dell’emergenza COVID-19, anche nel presente anno scolastico in numerose occasioni è stato necessario implementare lezioni a distanza su piattaforma Google Meet, che ha permesso di ovviare all’impossibilità di effettuare incontri in presenza.

Una volta superata la fase emergenziale e contingente, le tecnologie sono state un’indispensabile strumento di lavoro durante le attività in presenza con l’utilizzo sistematico delle Jamboard (lavagna digitale) rese disponibili on-line nelle Classroom (classi digitali) appositamente create; questo ha permesso di mantenere vivo il contatto e la relazione didattica con gli studenti usciti dalle comunità o con gli studenti-lavoratori impossibilitati a seguire le lezioni per motivi lavorativi, con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno. In generale la risposta degli studenti è stata positiva e partecipe, nonostante i problemi di connessione e l’indisponibilità generalizzata di PC; per questo motivo sono stati forniti alcuni supporti per la connessione e tablet in comodato d’uso gratuito. Il dispositivo più fruito per le video-lezioni è stato comunque lo smartphone.

Attualmente presso il Centro Balducci sono attivi 3 corsi:

– un corso B1 finalizzato a sostenere l’esame CILS cittadinanza (che si rinnoverà) nei prossimi mesi con altri studenti;

-un corso A1-A2 C annuale (novembre-maggio) di 180 ore complessive;

– un corso A1-A2 D annuale (novembre – giugno) di 180 ore complessive.

Share Button

Comments are closed.